Mi sono difeso!

E’ stato denunciato, si tratterebbe di un trentaduenne romano il colpevole del ferimento del dolcissimo labrador avvenuto a Villa Ada a Roma. Non è riuscito a scappare e camuffare le prove evidenti del fatto…Gli appelli e le testimonianze hanno portato al riconoscimento del giovane che avrà molte cose da spiegare


Passeggiava in strada con il suo volpino e, a quanto ha riferito, il labrador, sfuggito al suo padrone si è scagliato contro il cane, mordendolo con violenza. Il giovane, continua a dire lui, si è impaurito e ha cercato di dividerli ma la cosa strana è che il povero labrador aveva numerose e profonde ferite da taglio per tutto il corpo riconducibili, secondo le indagini al coltellino usato per la raccolta dei funghi, hobby che a quanto pare appassiona il giovane romano. Il labrador ricoverato d’urgenza in clinica era in gravissime condizioni, le disperate richieste di donazione di sangue sui social stavano tenendo in ansia numerose persone. Le condizioni migliorano e giorni dopo finalmente il cane può far rientro a casa dalla sua famiglia. L’uomo ringrazia i carabinieri e la professionalità con cui hanno gestito la situazione fino a smascherare il colpevole. Rimane comunque molto difficile credere che una persona cerchi di accoltellare un cane, essendo a sua volta, un proprietario amante di animali. Le cose andranno come devono andare, la cosa importante è che l’uomo venga punito perché, se non si inizia a dare un certo ordine a questi soggetti le cose nel nostro paese non miglioreranno mai. Rimane sempre fermo il pensiero che i cani

non vanno lasciati mai soli e liberi di girare per strada

Speriamo che il cagnolone dimentichi la brutta avventura

la sua famiglia di sicuro lo aiuterà