Micky, la telefonata è arrivata troppo tardi

L'addio a Micky

Home > Animali > Micky, la telefonata è arrivata troppo tardi

Siamo in Germania, la famiglia di Micky lo ama profondamente, lui omai anziano si stanca ad andare con loro in vacanza, così, quest’anno hanno deciso di affidarlo ad una pensione per cani. Il posto è piccolo e accogliente, la signora non ha box, prende solo cani socializzati e li tiene in casa, insieme ai suoi, li porta a spasso

e ognuno ha il proprio cuscino per riposare. La famiglia saluta il bimbo peloso, lui appare tranquillo, hanno lasciato le sue crocchette e le medicine peri reni, poi vanno via, tre giorni passavano in fretta. E’ il pomeriggio del trentuno, sono circa le 16.oo, iniziano a sparare i petardi, la signora è ancora a fare spesa, ma come sente il boato continuo si sbriga per rincasare e stare con i cani. Saranno state le 16.30. arriva a casa, i cani erano spaventati, tranne Roy che, per sua fortuna, è sordo completamente. Passano pochi minuti prima che si accorga che manca Micky, non è insieme agli altri. Così lo chiama più volte ma sarà proprio il sordo Roy a rivelare il segreto. Micky giaceva privo di vita, tra il divano e la parete, lingua fuori, bocca aperta, occhi spalancati, Micky era morto di paura per i botti di Capodanno. Quando la signora alza il telefono per avvertire la famiglia, non fa neanche in tempo a parlare che”Oddio, stavo per chiamarti, mi sono dimenticata di dirti che Micky è terrorizzato dai botti, devi avvolgerlo ad una coperta e abbracciarlo!” Purtroppo la storia finisce così, la famiglia è rientrata straziata per il suo bimbo, che grazie agli imbecilli infiniti che si divertono in un modo demenziale, ha perso il lor più grande amore. I botti non fanno piacere a nessuno, almeno nessuno intelligente!

uno spettacolo dai risvolti terribili

Buon ponte Micky, anche la tua morte è colpa nostra, stiamo distruggendo le cose più belle!