La donna riceve i fiori al lavoro poi si rende conto che sono dal suo cane

Home > Animali > La donna riceve i fiori al lavoro poi si rende conto che sono dal suo cane

Allevare un cucciolo richiede molto tempo, pazienza e comprensione – specialmente quando si tratta di cani piccoli particolarmente vivaci (e apparentemente incorreggibili) come Murphy. Fortunatamente, sua madre ha ricevuto il perfetto incoraggiamento per continuare a fare del suo meglio. Vi raccontiamo una storia dolcissima che vi piacerà sicuramente.

Theresa Potratz è la mamma umana di Murphy, un dolcissimo cucciolo di Cavalier King Charles spaniel. Theresa aveva avuto altri cani prima di lui ma mai nessuno era stato vivace come Murphy. La donna raccontava spesso di aver avuto dei santi prima di Murphy. “Dal momento in cui ho portato a casa Murphy sono cominciati i guai con il cibo e con la sua aggressività verso i giocattoli”, ha detto Potratz . “Ha masticato e morso tutti e tutto intorno a lui.” Anche se aveva molta esperienza ed era bravissima con i cani, Potratz non ha potuto convincere Murphy a cambiare i suoi modi. L’abitudine del cucciolo di masticare le cose si è presto rivelata molto più che un po’ problematica. Un giorno, qualcosa che Murphy ha mangiato ha bloccato il suo tratto digestivo, richiedendo un viaggio di emergenza dal veterinario per sottoporsi all’intervento chirurgico per salvargli la vita. Dopo essersi ripreso, Murphy tornò subito a mangiare cose che non avrebbe dovuto. Seguirono altri viaggi di emergenza dal veterinario. Theresa era disperata. Aveva iscritto Murphy a speciali corsi educativi ma il piccolo non è migliorato. E, a seguito del suo ultimo intervento chirurgico, ora aveva bisogno di essere nutrito ogni pasto a mano. Tutto ciò non era colpa di Murphy, naturalmente; non intendeva rendere la vita così difficile per la sua famiglia. Ma una notte, visto che i comportamenti problematici del cucciolo sembravano aver raggiunto il loro apice, Potratz cedette alla disperazione. La sua famiglia poteva vedere che la donna aveva il cuore spezzato ed era scoraggiata.

Ma poi Theresa ha avuto la spinta di cui aveva tanto bisogno.

“Una mattina, mentre ero al lavoro, un fioraio è arrivato con un bellissimo mazzo di fiori”, ha detto Potratz. “Ho firmato e quando ho letto il biglietto, ho iniziato a piangere.”

Potratz capì subito che suo marito aveva mandato i fiori a nome di Murphy ma il bellissimo gesto colse l’essenza di quello che probabilmente c’era nel piccolo cuore di Murphy.

“È stato un po’ il suo modo di dire che avremo superato questo”, ha detto.

E lo hanno fatto. Da quel momento in poi, Potratz non ha mai più messo in discussione il suo impegno con il suo cane. Da allora sono passati anni e Murphy ora è un cane adulto – molto più educato di quanto non fosse in gioventù, grazie alla formazione continua che ha ricevuto. Ha ancora bisogno di essere nutrito manualmente ogni giorno ma per Potratz è un piccolo prezzo da pagare per avere un membro della famiglia così caro nella sua vita.