Nessuno riusciva a capire il suo problema, la storia di Boombox

Il protagonista di questa storia è il vecchio Boombox, un anziano boxer che dopo tanta sofferenza, è stato adottato da due bravissime persone, Jane e Tom Cannone. Ma c’era un piccolo problema, dal giorno dell’adozione, la coppia si è resa conto che in Boombox c’era qualcosa che non andava… loro, dopo aver sentito dire che nessuno lo aveva nemmeno mai considerato per l’adozione, non ci hanno pensato due volte a firmare quelle carte.

Il problema era che, anche se gli davano tutto l’amore necessario, lui sembrava non percepirlo. Era felice e amava la loro casa, ma era come se loro non contassero. Alla fine, decisero di farlo visitare dal veterinario e fu allora che scoprirono e capirono perché nessuno lo aveva mai adottato. Boombox era sordo. Il medico decise di fare un esperimento, mosse la mano con un movimento che nel linguaggio dei segni, voleva dire “seduto” e, senza esitare nemmeno un secondo, il cane si sedette. Ciò voleva dire che era davvero sordo, ma anche che qualcuno nel corso della sua vita, gli aveva insegnato il linguaggio dei segni. Jane e Tom erano felici, perché il loro amato cucciolone, era un cane normale! Nei mesi successivi, i due hanno imparato come comunicare con Boombox e adesso il loro rapporto è qualcosa di speciale. L’anziano boxer è diventato un membro della famiglia a tutti gli effetti, è un cane normale, mangia, gioca, ama, come qualunque altro amico a quattro zampe. La sua unica diversità, è che è sordo, ma per fortuna ha incontrato due angeli che hanno imparato a comunicare con lui e a permettergli di essere felice.


Nel canile è sempre stato considerato quello strano, mai nessuno ha pensato al fatto che potesse avere un problema risolvibile.


Siamo felici che qualcuno si sia accorto di quanto sia speciale e abbia deciso di dargli una vera opportunità!

Buona vita Boombox