Ogni tanto una bella cosa!

In molti conoscono ormai la storia di Siria, la setterina di undici anni colpita a badilate da due anziani compari bergamaschi. La piccola ha un tumore alla mammella molto evidente, il suo proprietario, un uomo di settantasette anni allora pensa bene di accorciare le sofferenze e, chiesto l’aiuto del suo amico la colpiscono ripetutamente.

La poverina perde i sensi e loro di tutta fretta la seppelliscono, ore dopo una passante udirà i guaiti strazianti e ne metterà in atto il salvataggio.

La setterina, di nome Siria viene ricoverata d’urgenza in una clinica di Azzano dove trova medici amorevoli, immediata la terapia del dolore e le cure necessarie. Lei reagisce, certo le carezze e le attenzioni che questi professionisti offrono aiutano come le medicine e lei sembra ringraziarli anche solo muovendo un po la coda che per loro è tantissimo.

 

Se la piccola continua a fare progressi potrà essere operata al tumore che, non sembra grave. La cosa bellissima è la solidarietà che si è scoperta intorno a questa cagnolina, la telefonata più bella è arrivata, una casa amorevole la sta aspettando e se tutto andrà bene, e noi ne siamo sicuri, Siria potrà vivere altri anni con l’amore che merita.

I due sono stati denunciati, hanno confessato ma non sembrano rendersi conto del gesto, faranno parte di quella fetta di gente che pensa:Per un cane tutto sto rumore, è solo un cane!” Comunque non pagheranno sicuro vista l’età. Speriamo solo che Siria possa andare a casa, condividiamo per la parte bella, per le persone che sono buone e che si sono strette intorno alla piccola cagnetta.

Chi ci perde è sempre l’uomo!