Owen ringrazia il suo cane per averlo salvato

Owen e il suo amore per la vita

Home > Animali > Owen ringrazia il suo cane per averlo salvato

Owen ha per Jason, il suo papà umano, una vera adorazione. E’ la moglie a raccontarlo. Vive per lui, quando va al lavoro lo aspetta sul tappeto di casa e se io prendo il guinzaglio per andare a spasso lui si rifiuta, esce solo con Jason, non solo, con lui va anche senza guinzaglio, tanto non si sposta dalla sua gamba.

E’ domenica mattina quando l’uomo esce con il cane, la solita passeggiata doveva essere, poi la colazione al bar e sarebbe rientrato. Qualcosa quella mattina va storto, non si sa il perché Jason cambia percorso, costeggia il fiume, dove le canne sono fitte ed è difficile vedere qualsiasi cosa…o qualcuno. Ci vuole un attimo ad accadere la cosa peggiore. Un rumore, un fruscio e Owen subito scatta, finisce nelle fauci di un alligatore. L’uomo si dispera ma oltre a gridare altro non può fare, intanto Owen viene tirato via, probabilmente voleva portarlo in acqua per mangiarlo. Non si sa come ma il cane riesce a sfuggire ai denti, l’uomo si butta su di lui, a proteggere quel che rimaneva del suo grande amore. L’alligatore scappa, mentre Jason corre con il cane in clinica.Ci vorranno ore interminabili di sala operatoria, l’addome verrà ricucito interamente e la schiena uguale. La fortuna è stata la velocità dell’attacco e della fuga, pochi secondi hanno evitato che gli organi vitali venissero colpiti, un miracolo. Jason sa che quanto è accaduto è stato per proteggere lui, sa perfettamente quanto il suo cane lo ami, al momento che ha avvertito il pericolo, si è buttato avanti per proteggerlo.  Jason non ha soldi per pagare le cure del suo cane ma non ha mai pensato di non portarlo in clinica, con un po di vergogna ha scritto pubblicamente che la sua condizione era indigente e molte persone hanno donato per lui. Owen sta meglio, ma al fiume non è più andato.

Un amore di figlio peloso

Dolcissimo Owen

è fortunato il tuo papà ad averti.

Questo è il lato del fiume da cui è sbucato l’alligatore.