Pastore tedesco ferito va verso l’ospedale dopo essere stato attaccato da un branco di randagi

Pastore tedesco ferito chiede aiuto in ospedale. Ecco cosa è successo.

I cani sono estremamente intelligenti e la storia che vi raccontiamo oggi è l’ennesima conferma, nel caso ce ne fosse bisogno. Silla è un pastore tedesco di nove mesi, che è stato rubato dal suo proprietario in Turchia. Serdar Keskindir, il suo amico bipede, aveva anche offerto una ricompensa di 2000 lire turche per riavere il suo cane.

I ladri, però, lo hanno scaricato per strada e lui ha avuto la sfortuna di incontrare un branco di randagi. Dopo che i ladri, che lo avevano rubato mentre il padrone era al lavoro, hanno lasciato Silla per strada (probabilmente proprio la ricompensa promessa ha reso difficile la vendita del cane nel mercato nero), subito è stato attaccato da un branco di cani randagi, rimanendo ferito. Lui cercava solo di tornare a casa! E’ riuscito però a scappare, trovando addirittura la strada per un ospedale, dove gli è stata curata la zampa sinistra ferita. Il video di sorveglianza del pronto soccorso di una struttura medica locale ha mostrato il momento in cui Silla si dirige a passo sicuro verso l’ingresso del pronto soccorso. Qui ha trovato un medico che, ovviamente, si è fermato a prestargli soccorso, medicandogli la zampa. Ora è in buona salute secondo il racconto dei media locali. Serdar Keskindir ha raccontato: “Quando il cane è stato attaccato dai cani randagi ed è stato ferito alla zampa sinistra, è andato subito a cercare aiuto in un’unita di emergenza”.

pastore-tedesco-ferito

ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

Secondo lui a guidarlo sono state le ambulanze, poiché spesso lo accompagnava al lavoro dopo si occupava di recuperare mezzi coinvolti in incidenti.

Magari ha riconosciuto quei mezzi o semplicemente ha visto del movimento e ha pensato che lì qualcuno di buon cuore lo avrebbe potuto aiutare.

L’uomo ha ringraziato i medici che lo hanno curato e che si sono presi cura di lui nel momento del bisogno.

Finalmente ha potuto riabbracciarlo.