Perchè le api si stanno estinguendo

Ecco che cosa sta succedendo a questi importantissimi e preziosi insetti impollinatori.

Home > Animali > Perchè le api si stanno estinguendo

Che belli i tempi in cui la primavera esisteva per davvero, c’erano i fiori che sbocciavano e le api che gironzolavano in cerca dei pollini. No, non è una storia triste di fantasia, ma una possibile realtà che tra pochi anni potrebbe verificarsi. Le api si stanno estinguendo e, molto presto, la natura soffrirà ancora di più di oggi.

Cosa sta succedendo al mondo delle api?

api-estinzione

Da quanto ci conferma anche il WWF , il cambiamento climatico sta diventando il peggior nemico della natura e degli animali, comprese le api.

Si sta verificando una drammatica diminuzione delle api domestiche e selvatiche, che però sono fondamentali per la produzione agricola alla base della nostra alimentazione – e non solo. Stando a recenti dati forniti dagli apicoltori italiani dell’ Unaapi,  è scesa molto la produzione di miele fino all’ 80%, per via della siccità.

Le api stanno scomparendo a causa della siccità

una-donna-ci-avverte-sul-pericolo-del-miele3

A seguito del surriscaldamento climatico e la diminuzione delle piggie, i fiori non secernono più nettare e polline e le api, che sono in sofferenza per il clima alterato, non producono miele.

Tutto ciò sta compromettendo anche la capacità delle api di offrire il loro naturale servizio di impollinazione alle colture agricole. E’ ciò è una realtà davvero allarmante se pensiamo che  – come ci dice la FAO – Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura  – che nel mondo delle colture più importanti per la sopravvivenza dell’essere umano, la stragrande maggioranza dipende dall’impollinazione per resa e qualità (oltre il 75%).

Le api si stressano di più

C’è di più. A quanto si legge sempre sul sito ufficiale del WWF, le api sono sottoposte ad un maggiore stress, causato da una prolungamento del loro periodo di lavoro. L’inverno è più breve, con temperature medie sempre più alte, per cui la finestra di attività delle api si è ampliata di circa  20-30 giorni di lavoro in più l’anno.

Le api, lavorando di più, peggiorano la loro salute. Purtroppo il cambiamento climatico a cui stiamo assistendo da anni contribuisce anche  al fenomeno della moria delle api in modo determinante.