Perla dimenticherà?

Erano circa le ore quattordici quando è arrivata la segnalazione a Palermo alle guardie Oipa. Le immagini lasciano poco spazio all’immaginazione, l’intervento è urgente, quell’esserino non può rimanere un minuto di più in quello stato. I ragazzi della sezione si muovono, giungono sul posto, indicato perfettamente dalla segnalazione, quando riescono ad entrare


 

il cuore ha un fitta. Era così malconcia e dolente che nessuno dei volontari è riuscito a rimanere indifferente. La cagnolina si chiama Perla, ha circa nove anni ed era tenuta dal proprietario in un grave stato di abbandono. Costretta a mangiare i suoi escrementi di cui era anche ricoperta, è stata trasportata e ricoverata in una clinica del posto. Perla è stata trovata gravemente denutrita, atrofia dei muscoli, dermatite e lesione della pelle in corrispondenza delle ossa. Tutto questo causato dal ridottissimo spazio in cui era costretta a vivere.  Inquietante l’immagine delle zampe della poverina, le unghie lunghe e ritorte dal lungo periodo di carcere. Perla è ancora in clinica, si riprenderà grazie a questi volontari che operano su questo territorio così tortuoso. “Arrivano numerose segnalazioni di maltrattamento, circa una al giorno- racconta Veronica Anastasio, responsabile Oipa Palermo- ma le maggiori segnalazioni sono per gli abbandoni o famiglie che vogliono cedere il proprio cane” La responsabile invita i cittadini a segnalare accompagnando da video o immagini la segnalazione per dare maggior materiale alle guardie. Perla verrà affidata ad un tutor e poi andrà sicuramente in famiglia, il proprietario è stato denunciato per maltrattamento. La dolcissima Perla da oggi avrà amore e rispetto, chissà se riuscirà a dimenticare il tempo lungo e doloroso della solitudine e della fame…Non giratevi mai dall’altra parte, si diventa complici!

sapore di libertà

finalmente in braccia sicure

denuncia per il proprietario

Grazie a questi ragazzi per l’ottimo lavoro.