Mantova. Un pitbull morde il braccio del suo proprietario

Pitbull morde braccio padrone davanti a una scuola. Ecco cos'è successo e com'è finita la storia.

Siamo a Mantova dove è accaduto un fatto spaventoso: un pitbull ha morso il padrone. Abbiamo deciso di parlarne perché pensiamo che dietro a tutto c’è una spiegazione e vogliamo provare a trovarla. Ovviamente si tratta di supposizioni perché non abbiamo il quadro intero della situazione. Ma sono riflessioni che bisogna fare in casi come questo che è accaduto pochi giorni fa. Intanto vi invitiamo a visionare il video in cui il pitbull morde il padrone.

I fatti

Siamo in via Sauro a Mantova, all’ora di pranzo. La campanella ha appena suonato per annunciare la fine delle lezioni e i ragazzi della scuola Carlo D’Arco stanno uscendo riempiendo via Tasso. Un giovane sta transitando in bicicletta in quel momento con il suo pitbull a guinzaglio. Da premettere che il cane ha una pettorina e non indossa la museruola. L’animale sembra infastidito da qualcosa e il suo giovane proprietario se ne accorge. Ferma la bici e scende per tranquillizzare il pitbull. Il quel momento il pitbull morde il padrone. Lo scatto è fulmineo e inaspettato. Il pitbull morde il braccio del ragazzo e non lo molla. Molti dicono che quando il pitbull attacca il padrone c’è sempre un motivo. In questo caso le persone presenti parlavano di un cane visibilmente infastidito dal rumore e sembra che a scatenare il suo attacco è stata una carezza del giovane. Forse l’animale spaventato ha mal interpretato il gesto e ha agito d’istinto.

ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

Le conseguenze

Il giovane ha provato a mantenere il sangue freddo e liberarsi dalle fauci del pitbull ma i suoi sforzi sono stati inutili. Alla fine, cane e proprietario sono finiti per terra. Il ragazzo continuava a chiamare il nome del cane: Thor, Thor… ma il pitbull continuava a mordere il suo braccio.

Un passante ha provato ad aprire la bocca del cane con le mani ma non è riuscito. Alla fine, a risolvere il problema è stata una signora che ha spinto la punta del suo ombrello nella bocca del pitbull che ha finalmente lasciato la presa.

Il giovane ha accettato la bottiglietta di disinfettante che la bidella di “Carlo d’Arco” gli aveva offerto e si è dileguato insieme al suo pitbull prima dell’arrivo dell’ambulanza chiamata da un passante.

Probabilmente temeva di perdere il cane che gli sarebbe stato sequestrato, così come prevede la legge. Sul posto sono arrivati anche i vigili che hanno raccolto le testimonianze dei presenti.

Gli errori commessi

A questo punto vogliamo parlare di quelli che, secondo noi, sono stati gli errori commessi. I pitbull sono animali meravigliosi ma hanno una forza impressionante e un morso molto potente. In genere sono cani equilibrati e amorevoli ma può accadere che un rumore, uno scatto improvviso, li spaventi. Ed è questa cosa che scatena le aggressioni dei pitbull.

  • Thor non aveva la museruola: i cani come lui dovrebbero indossarla quando camminano per strada, in mezzo alla gente.
  • Thor indossava una pettorina. Ci sono state molte discussioni sull’uso del collare e molti danno in incandescenza quando si tratta dei cosiddetti “collari a strozzo” Eppure, in questo caso, un collare avrebbe aiutato molto. L’animale, sentendosi tirare il collo, avrebbe probabilmente mollato la presa.
  • Thor non era probabilmente ben addestrato. Molti proprietari di pitbull affermano, vantandosi, di “viziare il loro cane e di fargli fare quello che vuole… perché lo amano”. Ma, facendo così lo rendono pericoloso perché il cane non riconoscerà mai la loro autorità. Un pitbull non addestrato finirà, quasi sicuramente, per creare problemi.
  • Il proprietario di Thor non conosceva, probabilmente, a fondo la razza pitbull. Il suo sangue freddo è da ammirare ma gli consigliamo di portare Thor a un addestratore.
  • Le persone che si sono radunate intorno a Thor e al suo proprietario hanno rischiato molto. C’erano addirittura mamme e bambini che guardavano la scena a pochi metri di distanza.

I provvedimenti presi

L’assessore alla Polizia di Mantova ha dichiarato: “Sottoporrò i filmati al Gom per identificare le persone coinvolte e ricostruire i fatti al fine di accertare la pericolosità del cane”. Ci auguriamo che Thor non debba pagare per gli errori commessi da noi umani.

Purtroppo, per i nostri errori, accadono questi fatti incresciosi. Non molto tempo fa un pitbull ha morso la donna che lo aveva appena adottato.