Pitbull usato per i combattimenti ha la sua seconda chance

Questo pitbull, usato per i combattimenti tra cani e destinato al braccio della morte, è la dimostrazione che tutti meritiamo una seconda chance

Home > Animali > Pitbull usato per i combattimenti ha la sua seconda chance

Cuddles ha avuto una vita difficile. Questo pitbull è stato usato come cane da combattimento. E poi è stato anche condannato a morte. Per fortuna qualcuno ha visto in lui chi è in realtà Cuddles. Lo ha salvato da morte certa e dai traumi che si è portato dietro per tutta la vita. Tanto da ottenere una seconda chance di vita. E ottenere un dottorato di buona condotta che gli ha anche permesso di aiutare una persona.

Cuddles

Cuddles è una splendida femmina di pit bull. Nel 2015 è stata salvata in Ontario, nel Canada, insieme ad altri 20 pitbull. Era scappata a questi abusi. Ma la sua vita era nuovamente in pericolo. Insieme agli altri cani tratti in salvo, è stata portata alla OSPCA, la società dell’Ontario che si occupa di prevenzione di atti di crudeltà verso gli animali. Il suo comportamento è stato valutato. E a causa di quello che aveva passato in precedenza, lei e gli altri cani sono stati ritenuti pericolosi, troppo pericolosi per essere inseriti nuovamente nella società.

Cuddles

Per lei e per gli altri una condanna a morte. Ma alcuni gruppi di salvataggio e in difesa degli animali hanno portato il loro caso in tribunale. E dopo due anni hanno vinto. I cani dovevano essere valutati un’altra volta, da terze parti.

Per la valutazione venne chiamato Jim Crosby , un tenente di polizia in pensione di Jacksonville, in Florida, che ha studiato negli ultimi anni il comportamento dei cani e ora è un consulente comportamentale certificato esperto di conoscenza dei cani, con un master in medicina legale veterinaria.

Le valutazioni vennero completamente ribaltate. 29 dei 31 anni vennero salvati da morte certa. E Cuddles era tra loro. Fu mandata in Florida dalle Pit Sisters, associazione senza fini di lucro che trova e salva i pitbull. Jean Deane, la fondatrice dell’associazione, ha inserito la cagnolina in un programma carcerario. Ha lavorato con un detenuto per imparare l’obbedienza, ricevendo la necessaria socializzazione. Ha così ottenuto un dottorato dall’Association of Professional Dog Trainers (APDT), la più alta onorificenza offerta da APDT.

Ma la sua storia non finisce qui. Nell’autunno del 2018 Cuddles ha trovato la sua casa per sempre a New York, da un vigile del fuoco e veterano in pensione. Dopo avere avuto un ictus, Billy Brauer cercava un amico. “È una vera compagna. Lei gli dà una ragione per uscire dal letto ogni mattina. Lui la nutre, le parla, gioca con lei, la governa e la ama”, racconta la figlia dell’uomo, che prima era depresso e ansioso. Ma è tornato a vivere con Cuddles.

Questo era il suo destino. E per fortuna ha potuto compierlo.