cortile-trasportini

Poliziotti chiamati a controllare la casa puzzolente del vicino, trovano dentro 100 cani

I poliziotti sono stati chiamati dai vicini a controllare perché la casa del vicino era puzzolente. E poi trovano dentro 100 cani

Gli abitanti di un quartiere a Ross Township, in Pennsylvania, hanno chiamato i poliziotti perché da tempo si sentiva in strada un odore davvero pungente. I vicini di quella casa da cui sembrava provenire il cattivo odore non potevano più nemmeno uscire di casa in cortile. Quando gli agenti sono arrivati hanno scoperto cos’era quell’odore: in quella casa vivevano 100 cani.

Damian Miller, un vicino di casa, ha raccontato che la sua famiglia non poteva più uscire a godersi la piscina perché la puzza che arrivava dalla casa accanto faceva lacrimare gli occhi e bruciare il naso. Era assolutamente terribile.

Più volte avevano segnalato l’odore alle autorità coinvolte, ma nulla era stato fatto. 11 anni fa, però, gli ufficiali del controllo degli animali avevano già trovato diversi animali all’interno di quella casa. I vicini erano consapevoli che poteva di nuovo essere così.

Quando finalmente gli agenti sono arrivati era troppo tardi. Mary Frankovic, 65 anni, e suo figlio Chris, 45 anni, tenevano in casa oltre 100 cani, molti dei quali emaciati. Avevano così tanti cani in casa che li avevano nascosti persino nei mobili. Un cane aveva pochi giorni ed era morto poverino. La puzza e il rischio per la salute erano così forti che funzionari e pulizia dovettero indossare tute e bombole di ossigeno. I livelli di ammoniaca erano completamente fuori controllo e non erano sicuri per nessuno, quell’aria non si poteva respirare.

In totale c’erano 117 cani salvati, molti dei quali bisognosi di cure mediche urgenti. C’erano dei cuccioli e dei cani anziani. La maggior parte di loro erano mix di pastori australiani. Gli animali sono stati caricati in un camion per essere trasportati da Animal Friends. Ora i proprietari di quella casa devono rispondere ad accuse pesanti di crudeltà verso gli animali.

Le autorità dovranno anche rivisitare la casa per capire se si potrà continuare a vivere al suo interno. Purtroppo non è il primo caso del genere nel paese. Accade troppo spesso.