Poliziotto aiuta cane randagio

“Mi chiamo William McCarty e sono un agente di polizia. Mi piace molto il mio lavoro, anche se alcune volte devo vedere delle cose che fanno davvero male e sono molto brutte. Un giorno, mentre ero a lavoro, ho visto una cosa che mi ha spezzato davvero il cuore, per questo ho capito do dover fare qualcosa.

Ero su una strada della mia città. Ho visto un povero cane affamato che cercava del cibo in un secchio della spazzatura. Mi sono fermato, ma con me non avevo nulla da dargli. Però sono sceso lo stesso dalla macchina, solo per accarezzarlo. Il mio collega Marty Solis, mi ha chiesto il perché ero li e perché mi fossi fermato, poi quando ha visto quello che stavo facendo, è rimasto a bocca aperta. Sono risalito in macchina e sono andato al negozio di animali più vicino. Ho comprato una busta piena di crocchette e sono tornato indietro. Appena ho visto di nuovo il cane, stava inseguendo uno scoiattolo. Tutte le persone mi dicevano di non avvicinarmi al cucciolo a quattro zampe, perché era pericoloso. Ma io non ho voluto ascoltare nessuno. Sono sceso di nuovo e gli ho portato una ciotola con le crocchette. Il piccolo era magrissimo, si vedevano tutte le sue ossa. A differenza di quello che diceva la gente era molto buono. Non mi ha assolutamente detto nulla. Sono rimasto con lui tutto il tempo in cui ha mangiato. Non ci ha messo molto. Ma gli ho dato comunque, tutoe il cibo che gli avevo comprato.

Sono sempre stato un’amante degli animali, ma non posso adottare tutti quelli che incontro. Cerco di fare la differenza, nel non rimanere indifferente davanti ad un cucciolo a quattro zampe che ha bisogno d’aiuto.

Se tutto le persone si comportassero come mi comporto io, il mondo sarebbe un posto migliore!”

Se siete d’accordo con il pensiero di William, condividete!