Pumpkin, il cucciolo che sembrava un topo di fogna

Un ragazzino stava giocando nel suo cortile a Washington, D.C., quando ha visto qualcosa strisciando per strada verso la sua casa. Sembrava un grande topo da fogna e, all’inizio, il ragazzo si è messo paura ma poi, vedendo che non saltellava ma sembrava stare male, ha deciso di avvicinarsi e controllare.


Infatti l’animale che aveva visto non era un topo ma un cucciolo minuscolo e malato. La famiglia del ragazzo la portò dentro ma sapeva che non avrebbero potuto tenerla, così iniziarono a mandare messaggi ai loro amici per vedere se conoscevano qualcuno che l’avrebbe potuta adottare.  volerla portare. Una delle persone che ricevette un messaggio su Pumpkin (così l’avevano chiamata) era Alicia Mathis che, non appena vide il musetto della piccola che sembrava di sorriderle attraverso il telefono, sapeva che lei e suo marito dovevano incontrarla. Pumpkin era così piccola e malnutrita e chiaramente non sarebbe durato molto nelle strade da solo. “Quando siamo arrivati, e l’abbiamo vista entrambi, siamo rimasti scioccati da quanto fosse piccola”, ha detto Mathis. “Mi aspettavo un cucciolo di taglia normale, ma lei era letteralmente grande come un topo. La coppia si innamorò istantaneamente di Pumpkin e sapeva che avevano appena incontrato il nuovo membro della loro famiglia. L’unico problema era che la povera Pumpkin era malata ed erano preoccupati che non sarebbe sopravvissuta a lungo. Indipendentemente da ciò, la portarono a casa e giurarono di mostrarle più amore e cura possibile, anche se il suo tempo trascorso con loro poteva essere troppo breve. “Era solo una piccola creatura indifesa che era stata abbandonata e lasciata morire in un vicolo gelido e non volevo che lei provasse di nuovo la paura o la solitudine”, ha detto Mathis. La nuova famiglia di Pumpkin la portò dal veterinario il prima possibile. Era malnutrita, aveva diversi parassiti e pesava solo 3,9 chili.

Il veterinario disse loro che se Pumpkin non fosse stata trovata, probabilmente non sarebbe durata un altro giorno.

Di giorno in giorno, però, Pumpkin ha iniziato a riguadagnare le sue forze e ha iniziato a imparare come essere un cane con l’aiuto della sua nuova sorella maggiore, Laila.

“Laila è stata molto gentile e paziente con lei dal primo momento”, ha detto Mathis.

“Penso che l’avesse capito che era malaticcia e bisognosa di nutrimento.”

Ci sono volute circa sei settimane perché la piccola Pumpkin si riprendesse completamente, e una volta che è diventata una cucciola sana e felice, la sua personalità ha cominciato a brillare davvero.