Punito in modo esemplare il veterinario tanto criticato

Home > Animali > Punito in modo esemplare il veterinario tanto criticato

Era il 2015 quando, durante una passeggiata, il medico veterinario L. Z. venne aggredito da un cane randagio, il dottore ne usci con due buchetti su di un polpaccio ma quell’episodio portò alla luce tutto il suo infinito amore per gli animali.

Pubblicò un bellissimo post su Facebook dove si vantava di aver sistemato a dovere il cane stupido e coglione, poi, come un solo genio avrebbe potuto, ha esposto la brillante soluzione al randagismo, “per questi cani c’è solo una opzione “CATTURA ED EUTANASIA”.

Forse si aspettava tanti complimenti, magari da parte di quei colleghi che aiutano le volontarie sul territorio e che gridano a gran voce la necessità di sterilizzare, beh di commenti il suo post ne ha avuti moltissimi ma poco carini in realtà…

L’associazione animalista, con a capo Enrico Rizzi ha immediatamente sporto denuncia,”Inaccettabile da chiunque ma da un medico veterinario che dovrebbe porre la sua professione a vantaggio degli animali è scandaloso!”

Il medico si scusa”E’ stato solo uno sfogo, nulla di più!” E’ stato aperto un procedimento e finalmente si è concluso come tutti già sapevamo in realtà “Caso archiviato, il fatto non sussiste” Non solo, ha dichiarato anche che è stato sottoposto ad una gogna mediatica solo per una stupidaggine…

Dopo due anni ha deciso di candidarsi, “la gente ha capito che era tutta una sciocchezza” ha detto il medico,  e oggi è anche diventatoooo, reggetevi forte, Presidente dell’Ordine dei Veterinari. Enrico Rizzi, ieri, sulla sua pagina ha scritto “C’è poco da dire, abbiamo già chiesto ai vertici di rimuoverlo immediatamente, se ciò non accadrà siamo pronti ad assediare l’ufficio!”

Quindi ragazzi, rispettate gli animali, perché in Italia le leggi sono molto severe, avete visto si?