Questa cagnolina aspetta i suoi umani sul molo, notte e giorno

Home > Animali > Questa cagnolina aspetta i suoi umani sul molo, notte e giorno

Vogliamo raccontarvi una storia che ci ha molto emozionati… una storia di lealtà, fedeltà e amore ma anche di abbandono e sofferenza.

La gente del posto raccontava che la cagnolina è stata tragicamente separata dalla sua amata famiglia umana dopo essere caduta dalla loro barca nel fiume Chao Phraya di Bangkok, in Tailandia. Così, si mise a nuotare fino ad un molo sicuro al Rama V Pier, dove decise di aspettare la sua famiglia, sperando in un ritorno.

Passarono i giorni e le settimane: la cagnolina rimase dov’era per più di un mese, stando a quanto riportato dai post sui social network di un ragazzo di nome Thanawan Tongporn, che decise di documentare questa storia a dir poco straziante. Le sue immagini diventarono letteralmente virali, e vennero diffuse più di 11.000 volte in meno di 48 ore.

5633

Non è ben chiaro perché la famiglia non abbia più voluto cercare la piccola: probabilmente è il motivo per cui questo povero animale è rimasto immobile a guardare l’acqua senza speranza, giorno dopo giorno. Per settimane la cagnolina è riuscita a procurarsi cibo e acqua da sola, e a volte accettava quello datole dai passanti…ma per fortuna, non ci è voluto molto prima che una persona molto gentile decise di portarsela con sé a casa per regalarle una vita sicuramente migliore di quella che aveva passato nell’ultimo mese.

12745830_906331556146982_8124236816943844133_n

I reporter erano pronti a documentare il tutto, quando la piccola trovò la sua nuova famiglia. In onore del posto dove l’avevano trovata, per prima cosa la chiamarono Tha Ruea, che in inglese significa Pier. Ora questa cagnolina vive in una casa molto spaziosa, che ha anche una bellissima piscina sul retro dove si diverte a giocare insieme alla sua nuova famiglia.

12670145_906348006145337_1534992610264602799_n

Insomma, si può dire che dopo settimane di profonda tristezza, la nostra Tha Ruea ha trovato quella che può finalmente chiamare felicità. Non sappiamo se la sua precedente famiglia verrà mai a reclamarla: ciò che importa è solo che ora lei sia tranquilla e possa godersi la vita.