Reggio Emilia, arrestato spacciatore grazie a un cane che starnutiva

Reggio Emilia, un cane che starnutiva continuamente ha fatto insospettire la polizia che ha controllato e poi arrestato uno spacciatore

Home > Animali > Reggio Emilia, arrestato spacciatore grazie a un cane che starnutiva

A Reggio Emilia si è verificato un fatto a dir poco insolito. La polizia ha arrestato un uomo per spaccio grazie a un cane che lo ha “tradito” involontariamente. L’animale non era suo ma apparteneva a un’altra persona che camminava, per puro caso, accanto a lui: dopo un controllo di routine la polizia ha trovato sei chili di marijuana nella sua borsa. Ecco come sono andate le cose.

Nella mattinata di ieri, 24 agosto 2019, a Reggio Emilia, la polizia ha arrestato per spaccio un uomo che aveva con sé 6 kg di marijuana. Ma la cosa insolita non è l’arresto dello spacciatore ma il modo in cui l’uomo è stato smascherato da un cane.

L’uomo, un nigeriano regolare, disoccupato, già noto alla forze dell’ordine, era sceso a Reggio Emilia da un treno regionale proveniente da Bologna. L’uomo, 31 anni “indossava abiti sportivi e portava uno zaino a tracolla”. Accanto a lui c’era un’altro passeggero, sceso anche lui dallo stesso treno, che portava con se un cane al guinzaglio.

cane-labrador

È stato proprio il comportamento del cane a insospettire gli agenti della Squadra mobile della Polizia di Reggio Emilia, che erano impegnati in un servizio antidroga in piazzale Marconi. L’animale continuava a starnutire mentre attraversavano il sottopasso, infastidito sicuramente da qualcosa che il nigeriano aveva addosso.

polizia

Per questo gli agenti hanno deciso di fermarlo e identificarlo. Poi è scattato il controllo e la scoperta: nella borsa dell’uomo c’erano 6 kg di marijuana. Ecco cosa hanno scritto gli agenti nel verbale di perquisizione: “sette involucri contenenti circa sei chili di marijuana, del valore di alcune decine di migliaia di euro, occultati in parte in uno zaino tra capi di abbigliamento intrisi di profumo e in parte in una borsa di plastica tra scarpe spaiate, allo scopo di eludere controlli superficiali”.

Stazione-centrale-Reggio-Emilia

In seguito è stato fatta anche una perquisizione anche nella sua abitazione dove gli agenti hanno trovato “materiale per la preparazione delle dosi di droga e circa 8.000 euro in contanti”. Tutto il materiale è stato sequestrato.

Il pm Maria Rita Pantani ha convalidato l’arresto del nigeriano per detenzione ai fini di spaccio. L’uomo è stato portato in carcere.