Ritrovano il loro Labrador 9 anni dopo che era scomparso

La famiglia ritrova il Labrador a distanza di 9 anni dalla sua scomparsa, quando ormai le speranze erano quasi del tutto svanite

Home > Animali > Ritrovano il loro Labrador 9 anni dopo che era scomparso

Chi ha perso un animale domestico, chi non ha più sue notizie da tempo, chi ne ha perso le tracce, sa quanto possa essere doloroso non sapere cosa gli sia successo, se sta bene, se è vivo, se è amato da qualcuno altro. Uno stress immane, ma la speranza di rivedere il proprio pets non muore mai. O quasi. Quest’uomo non si sarebbe mai aspettato di rivedere il suo Labrador 9 anni dopo la sua scomparsa.

Labrador

Rob Smith non aveva più notizie del suo Labrador da quando nel 2010 era scomparso nel nulla mentre si trovava nel giardino di sua madre.

Su Facebook ha deciso di lanciare un appello e ha ricevuto un messaggio dalla fidanzata Samantha, con la quale ha due bambini. Poi quando meno se lo sarebbe aspettato, il 39enne ha ricevuto una chiamata che ormai non si aspettava più di ricevere.

Labrador

Un veterinario locale ha visto arrivare nel suo studio medico un cane che era stato trovato a vagabondare per le strade. Aveva il microchip, quindi per lui è stato facile risalire al numero di telefono di Rob. Lo ha subito chiamato e l’uomo non poteva credere di poter riabbracciare Buster, il suo cane.

Buster aveva pochi mesi quando si era perso. Rob è stato aiutato da tutti, con messaggi che si sono sempre offerti di aiutarlo. E uno di loro è diventato sua moglie. L’ha conosciuta proprio tramite l’annuncio messo su Facebook. Si sono innamorati, sposati e oggi hanno due figlie, Louise di 7 anni e Mia Grace di un anno.

Il direttore delle vendite ha sempre raccontato che perdere Buster è stato orribile. Mai si sarebbe aspettato di ritrovarlo, erano passati molti anni.

Immaginatevi la sorpresa quando un veterinario, il cui studio distava circa 10 miglia da casa sua, lo ha chiamato mentre era al lavoro. Qualcuno aveva trovato Buster vagare per strada e lo avevano portato da lui per controllare il microchip, che era ovviamente ancora attivo.

“Subito dopo il lavoro sono andato dal veterinario e sono scoppiato a piangere. È stato molto emozionante rivederlo”. Se Buster non fosse scomparso non avrebbe mai incontrato sua moglie.

E oggi Buster è tornato dalla sua nuova famiglia: oggi può contare sul suo papà di sempre, su una nuova mamma, due sorelline bipedi e anche un fratello peloso, Bruno.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI