Rocky ha aspettato la nascita del bambino e poi è volato sul ponte dell’arcobaleno

La storia di Rocky è molto commovente. Era stato inizialmente adottato da un uomo che lo teneva incatenato nel cortile e lo maltrattava, Rocky era riuscito a scappare varie volte e, alla fine, l’uomo l’ha lasciato definitivamente nel rifugio. A dicembre del 2015, il rifugio Anne Arundel County Animal Control (AACAC) di Maryland è diventato la sua residenza per sempre.



ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

I volontari sapevano che nessuno l’avrebbe adottato visto che all’epoca Rocky aveva 17 anni ed era pino di acciacchi. Non immaginava il povero cucciolo che, da lì a poco, la sua vita sarebbe cambiata. Un giorno nel rifugio sono entrati Beth e Michael Clark, una coppia di giovani che erano lì per portare delle coperta e un po’ di cibo per i cani del rifugio. Ma appena hanno visto Rocky si sono innamorati di lui e hanno deciso di portarlo a casa. Rocky è stato adottato giusto in tempo per festeggiare insieme a loro il Natale… I giorni passavano e per Rocky diventava sempre più difficile tirare avanti. Adesso era diventato una parte importante della famiglia…

ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Seguiva Beth e Michael dappertutto… e si amava stare con loro… Rocky aveva finalmente la vita che si meritava. E poi è arrivata la sorpresa: Beth è rimasta incinta.

Felicissimi i due sposini hanno annunciato l’arrivo del bambino con l’aiuto di Rocky… Aveva davanti un cartello con la scritta: “Mamma e papà mi regaleranno una sorellina umana!”

Purtroppo, però, la vita di Rocky stava per finire… era molto anziano e spossato.

Beth ha finalmente partorito: una bambina che hanno chiamato Hazel.

Rocky ha aspettato paziente il ritorno a casa della sua mamma umana e l’ha salutata con amore… ha guardato la bambina e l’ha annusata… C’era tanto amore nei suoi occhi.

Ma ben presto Beth e Michael hanno capito che Rocky non stava molto bene.

Poche ore dopo, Rocky si è spento serenamente tra le loro braccia…

Quando i volontari di FAACAC hanno saputo della morte del cane, hanno scritto una commovente lettera a Hazel, la bambina di Beth e Michael… potrà leggerla quando sarà più grande.La lettera finiva così: “Cara Hazel, un giorno mamma e papà ti racconteranno del tuo primo cane, Rocky.”

“Un giorno ti faremo vedere quelle foto, Hazel, e ti racconteremo di quanto era meraviglioso il nostro cane e di quanto ti abbia amata dal primo giorno!

“Spero che, leggendo questa storia, altre persone decidano di adottare cani anziani nei rifugi…” ha aggiunto Beth.