Roma, ritrovati cani nelle buste

L’inquietante scoperta è avvenuta ieri sera, quando un medico veterinario, in sella alla sua bicicletta ha notate due sacchi neri sospetti. La zona è il comprensorio di Castel di Guido, tante case carine costeggiate da una campagna. L’uomo si ferma, si avvicina e alza la prima busta, il suo primo sospetto era fondato.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Un cane privo di vita, umiliato e solo, come spazzatura giaceva a terra in una situazione raccapricciante da poco tempo, forse ore. Pochi metri più in là un’altra busta, il medico immaginava un altro cane invece no, qui mancava anche la testa. Si tratta di altro meticcetto nero, di piccola taglia, anche lui privo di vita, probabilmente chippato e per questo prima di buttarlo è stato privato della testa. Le persone del posto sono attonite, la asl e le guardie zoofile sono intervenute sul posto, la testa non è stata ritrovata! Il primo cane aveva un collare antiparassitario, ma non ha chip, ovviamente, sicuramente padronali e non volati sul ponte dell’arcobaleno per avvelenamento o incidente, chiunque avrebbe seppellito i propri amici a quattro zampe. Il sospetto è terribile, di primo impatto non hanno segni ma nei prossimi giorni, gli esami daranno certezze. Non sappiamo cosa pensare, c’è gente capace di fare questo ai propri cani pur di liberarsene? Certo, la fortuna sarebbe che qualcuno riconoscesse i due cani e facesse una segnalazione, anche anonima alle guardie zoofile, l’essere immondo artefici di tale meschinità avrebbe da risponderne in tribunale. Facciamo girare per farlo arrivare a tutti gli abitanti di Roma e dintorni, sicuramente lì si nasconde l’infame.

creature innocenti

immaginate averli in casa, amarli e poi fargli fare questa fine

ma chi abbiamo per vicini di casa, chi ha fatto questo?

Buon ponte anime innocenti, speriamo di arrivare a d una verità. Condividiamo, facciamo girare