Roo la gattina che soffriva di una rara condizione

Home > Animali > Roo la gattina che soffriva di una rara condizione

Ad aprile 2016 in un rifugio sono stati portati dei gattini. Tutti fratelli e tutti abbandonati. Tra questi c’era Roo. Era la più piccola del gruppo, infatti i volontari non riuscivano a capire perché tutti gli altri crescevano e lei no. Rimaneva sempre uguale. Era una cosa molto strana.

Ma oltre a questo, Roo, camminava in modo molto diverso. Marnie Russ, volontaria, appena la vide se ne innamorò. Ma sapeva benissimo che doveva fare qualcosa per aiutarla. Non era normale il modo in cui muoveva le zampe. Per questo decise, con il veterinario, di farle delle lastre. Infatti un reale problema c’era. Roo soffriva di “aplasia radiale”, cioè un numero diverso di deformità delle zampe anteriori. E’ una condizione molto rara. Nel caso di questa gattina le articolazioni anteriori sono completamente assenti. Per questo Roo si sedeva sempre come un canguro o un coniglio. Inizialmente Marnie portò la gattina a casa per non farla rimanere nel rifugio, perché con la sua rara condizione sarebbe durata pochissimo li dentro. Ma dopo diversi giorni, la donna si era troppo affezionata a Roo per riportala indietro. Con l’aiuto del veterinario e di Marnie, la gattina ha fatto molti progressi. Ha imparato ad usare le zampe anteriori proprio come tutti gli animali. E’ leggermente più bassa, quando cammina, nella parte davanti. Però, se non conoscessi la sua patologia, non si noterebbe nulla. Guarda i miglioramenti di Roo nel video di seguito:

"No no no. I don't need a bath, Mama Roo. I am clean, I swear."-Pippy (with food on his face) ?

Pubblicato da Kanga Roo su venerdì 9 giugno 2017

Non si sa cosa sarebbe accaduto alla gattina, se Marnie non l’avesse presa con se. Forse nel rifugio non l’avrebbero proprio tenuta.

La storia di questa cucciola, deve essere d’esempio a tutto il mondo. Perché i gatti con queste deformità sono in grado di dare tanto amore e si dice che sono benedetti.

Grazie Marnie per aver dato a Roo una seconda possibilità di vita!