Sacrifica sua vita per salvare un cane

Home > Animali > Sacrifica sua vita per salvare un cane

Vogliamo raccontarvi una storia che ci ha fatto commuovere molto perché è la storia di un eroe… Un uomo che ha perso la vita cercando di difendere un cane che non conosceva e che non aveva mai incontrato fino a quel giorno. Un gesto bellissimo e altruista che gli è costato la vita.

 Il suo nome è David Krieger e ha dato la sua vita per aiutare un cane che veniva brutalmente picchiato dal suo proprietario in un parcheggio.

Ma andiamo passo per passo, dall’inizio, cercando di raccontarvi quello che è successo a David.

David “Krockett” Krieger, 53 anni, stava andando a prendere la sua macchina in un parcheggio a Benton Township, nel Michigan quando ha visto un uomo che stava selvaggiamente picchiando il suo cane. Le altre persone che se ne erano accorte di quello che stava accadendo avevano scelto di non intervenire.

La paura è stata più forte di loro. Ma non David. Lui ha deciso di prendere le difese del povero cane e si è avvicinato all’uomo che lo stava picchiando.

Non poteva sapere chi fosse quell’uomo. Il suo nome era Roy Thompson ed era un prigioniero in libertà vigilata. Dopo qualche scambio di parole Roy Thompson ha estratto una pistola e ha sparato a David. L’uomo ha fatto in tempo solo a dire, mettendo la mano al petto: “Mi ha sparato fratello” e poi è crollato a terra privo di sensi.

A raccontarlo è stato Esteban, il fratello di David che era qualche passo indietro a lui. Inutili i soccorsi… l’uomo è morto sul colpo. Thompson è stato arrestato e accusato di omicidio e possesso di armi da fuoco.

Ci auguriamo che i giudici lo puniscano come si merita per quello che ha fatto. Il cane che David ha salvato e che apparteneva all’assassino dell’uomo sta bene e ha trovato una nuova famiglia. David era una persona meravigliosa… i suoi due cani erano entrambi adottati in un rifugio e lui amava alla follia gli animali… tanto da dare la sua vita per difenderli.

Se pensate che il suo sacrificio dovrebbe conoscerlo il mondo intero condividete questa storia.