Salvano una cagnolina che viveva in una gabbia nutrendosi di rocce e rifiuti

Queste persone di buon cuore hanno salvato una cagnolina che era stata abbandonata in una gabbia e si nutriva di rocce e di rifiuti

Home > Animali > Salvano una cagnolina che viveva in una gabbia nutrendosi di rocce e rifiuti

Ci sono persone prive di scrupoli che abbandonano poveri animali indifesi in mezzo alla strada, condannandoli a un destino crudele. Ci sono tantissimi animali che soffrono le pene dell’inferno nell’indifferenza totale. Come questa cagnolina che è stata costretta a vivere in una gabbia nutrendosi di rifiuti e rocce.

Questa è la storia di Blossom, un povero cagnolino Husky che ha vissuto gran parte della sua vita soffrendo per colpa degli esseri umani. Il suo proprietario non solo non gli ha dato l’amore di cui aveva bisogno.

Ma lo costringeva a vivere all’interno di una gabbia tenuta all’aperto, dove è rimasto per cinque lunghissimi anni, esposto alle intemperie.

Questo povero cane viveva in condizioni disperate nella contea di Scioto, Ohio, Stati Uniti. Quando le autorità dell’ufficio dello sceriffo sono state informate di questa crudeltà sono immediatamente arrivate nella casa dove il povero animale viveva, insieme al soccorritore Chrystal Brown, dal rifugio per animali di Sierra’s Haven.

Il cane era pelle e ossa. La gabbia era incastrata nel fango, è stato anche difficile liberare la povera bestiolina. Aveva bisogno di un aiuto urgente. Non poteva più aspettare.

Ci sono voluti almeno cinque minuti per far uscire il povero cagnolino dal fango. Hanno cercato in tutti i modi di aiutare quel povero cane. Una volta liberato è stato portato in ospedale dai veterinari per una visita urgente e controlli approfonditi. I raggi X hanno raccontato la sua triste storia: in quegli anni si era nutrito di rocce, involucri di plastica e altri rifiuti.

I volontari e le autorità non riuscivano a capacitarsi di come si può essere così crudeli con un essere così dolce.

Doveva pesare 27 chili e invece ne pesava 17 quando venne salvato. Era in stato di malnutrizione estremo. I veterinari hanno continuato a nutrirlo ogni giorno per fargli riprendere peso.

Speriamo che Blossom si possa riprendere presto. E che sia fatta giustizia per questa povera anima.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI