Ardea e San Felice Circeo, cani lasciati in auto

Ad Ardea un proprietario ha lasciato il cane in auto per andare al mare; e non è stato l'unico caso in questo weekend estivo: è accaduto anche ad Ardea.

Home > Animali > Ardea e San Felice Circeo, cani lasciati in auto

I cani non vanno lasciati in auto sotto al sole e nemmeno se il mezzo è parcheggiato all’ombra. Con le temperature altissime che si registrano in estate, il pericolo di morte è troppo alto. Le auto si trasformano in vere e proprie bare per gli occupanti pelosi. Ma la gente ancora non lo capisce. A San Felice Circeo un cane è stato lasciato in auto, mentre il proprietario era a godersi il mare.

cane-macchina

Domenica 7 luglio a San Felice Circeo, in viale Europa, un cane è stato salvato dal pronto intervento di alcuni passati. Queste persone stavano camminando sul lungomare, quando hanno sentito un cane piangere e guaire: erano latrati di sofferenza. E provenivano da un’automobile che era stata parcheggiata sulla strada, sotto il sole cocente.

vetro-rotto

I passanti si sono avvicinati e hanno controllato. Dentro l’automobile c’era un povero cane abbandonato, non sapevano da quanto tempo potesse essere stato lasciato lì dentro al asole. Quello che sapevano era che dovevano assolutamente intervenire, perché stava per morire. Così queste persone hanno deciso di rompere il finestrino del mezzo e tirare fuori il povero cucciolo, per potergli salvare la vita.

Lo hanno portato dal veterinario, era già molto disidratato. Non si sa se si riprendere, al momento è grave e potrebbe anche morire, per la sconsideratezza del suo proprietario, rintracciato solo i seguito. Lui era andato al mare, lasciando in auto il cane a morire. Ora rischia una denuncia per maltrattamento di animali. I carabinieri stanno indagando sul caso.

carabinieri

Ad Ardea, sempre nel Lazio, sul lungomare dei Troiani, una donna ha lasciato il suo cane in macchina per andare al mare. Gli aveva lasciato i finestrini per metà giù, ma questo non è assolutamente sufficiente. L’abitacolo si surriscalda velocemente e i cani possono soffrire le pene dell’inferno lì dentro.

Alcune Guardie nazionali ambientali si sono accorte di quello che stava accadendo, hanno ritrovato la donna e ripresa per il suo comportamento. Non sapeva che il suo cane sarebbe potuto morire. Ed è questo il problema più grave!

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI