Se ne andava in giro ferito, finché crollare non è stata l’unica scelta possibile

Il protagonista di questa storia è  Sweet Jax, un cucciolo di  Pit Bull di cinque mesi sopravvissuto a quello che molti considerano impossibile. Andava in giro ferito, dolorante, finché non si è ritrovato sulla veranda di una casa e lì, è crollato a terra… qualche ora più tardi il proprietario, di rientro dal lavoro, si è accorto di lui.

Non sapendo cosa fare e avendo capito che le sue condizioni erano gravi, ha contattato subito l’associazione animalista del posto, la Unleashed Pet Rescue. Dei volontari si sono precipitati subito sul posto, lo hanno preso e portato ad un centro veterinario per farlo curare con urgenza immediata. Aveva delle ferite profonde sul viso e sul collo e gli occhi gonfi e chiusi. Dava un solo segno di vita, nonostante ciò che aveva passato, nonostante ciò che gli avevano fatto, scodinzolava. Fortunatamente si dimostrò subito un guerriero e rispose alle cure in modo positivo. Dopo avergli messo i punti e averlo tenuto per due settimane in terapia intensiva, Jax iniziò a migliorare giorno dopo giorno. Tutto il team veterinario è convinto che fosse reduce da un incontro tra cani da combattimento. Dopo aver visto che era debole e non era buono a tener testa agli avversari, questo povero cane è stato abbandonato, ferito e sanguinante, per la strada, incontro ad una morte certa. Dopo aver diffuso la storia di Jax, l’associazione ha pubblicato video sui combattimenti clandestini, con la speranza di sensibilizzare il mondo.


Le immagini di questo pit bull, sono la prova di quanto malvagio, ingiusto e pericoloso sia questo “sport”.


Si, perché è proprio così che lo chiamano, uno sport violento con cui qualche pazzo si diverte!

Siamo felici che Jax ora stia bene e che presto troverà una famiglia e dimenticherà il suo orribile passato!

Buona vita cucciolo!