Se ne stava sul ciglio della strada, rifiutando di muoversi…

Home > Animali > Se ne stava sul ciglio della strada, rifiutando di muoversi…

Secondo la legge in alcuni Stati, investire un cane e poi scappare non è perseguibile penalmente. Anche se secondo noi dovrebbe essere il contrario e questa legge, non dovrebbe essere applicata solo per gli esseri umani, ma anche per gli animali.

Una vicenda così è capitata a Charlie, un cagnolino molto dolce che era stato abbandonato in strada, in Carolina del nord. Mentre stava facendo una passeggiata, una macchina l’ha investito e non si è fermata a soccorrerlo. Lo hanno lasciato li, sul ciglio della strada, sulla neve, a morire di freddo e di dolore.

Fino a quando due persone, sono passate da quelle parti per fare la loro solita passeggiata e lo hanno visto. Lo hanno chiamato per farlo avvicinare, ma lui non si muoveva, era immobile, non si voleva alzare…. poi hanno capito che non era perché non voleva ma non poteva, non ce la faceva a camminare.

Lo hanno portato dal veterinario e dopo le prime lastre, il medico ha capito che aveva il bacino fratturato e aveva urgente bisogno di un intervento. Però questa operazione aveva un costo troppo eccessivo per i due aiutanti, così un parente vicino di queste persone, ha deciso di chiedere aiuto tramite una pagina Facebook, GoFoundMe.

In pochissimo tempo sono arrivati tutti i fondi necessari per l’intervento. Grazie a queste bravissime persone Charlie  è vivo e sta bene. Ora sono in cerca di un’adozione, sperando che il cagnolino abbia capito la lezione e non cammini più sulle strade. Ci auguriamo che trovi una famiglia che lo ami e lo faccia sentire una parte integrante del loro nucleo familiare.