Sfruttati fino allo sfinimento e poi venduti all’asta come carne da macello

Home > Animali > Sfruttati fino allo sfinimento e poi venduti all’asta come carne da macello

Il cavallo nella foto di seguito si chiama Arthur, una volta era un belga, bello ed elegante, finché non è stato costretto a trascorrere la maggior parte degli anni della sua vita, come cavallo da lavoro in una comunità agricola nel New England. E’ stato usato e sfruttato fino al compimento dei suoi 30 anni e poiché era considerato ormai troppo debole e inutile, è stato venduto all’asta ed è poi passato da rivenditore a rivenditore.

Durante questa specie di compravendita, ha incontrato un amico speciale, un cavallo di nome Max, nelle sue stesse condizioni e anche lui destinato all’asta per il macello.

Fortunatamente, poco prima che le loro vite venissero spezzate per sempre, Cindy Daigre, fondatrice di Ferrell Hollow Farm Senior Horse Sanctuary nel Tennessee, li salvò.

Era venuta a conoscenza della loro storia, dopo aver visto un annuncio su un sito web, in cui accettavano proposte di scambio. Alla vista di quelle foto, in cui apparivano denutriti e deboli, il suo cuore si spezzò e capì di dover fare qualcosa al più presto.

“Ho iniziato a fare domande in giro, tra le mie conoscenze, per trovare il posto esatto in cui li tenevano prigionieri. Sono rimasta inorridita quando mi hanno detto che li stavano per portare al macello. Sono andata lì e li ho praticamente portati via senza permesso.”

Finalmente erano al sicuro ma Cindy era consapevole del fatto che non avevano molte speranze di sopravvivenza, Arthur era quello messo peggio, non riusciva nemmeno più a reggersi in piedi da solo.

Ma grazie all’amore quotidiano di questo angelo, questi due guerrieri ce l’hanno fatta. C’è voluto tempo, c’è voluta pazienza, ma finalmente sono tornati dei cavalli normali. Guardate che incredibile trasformazione:

Max

Arthur

E’ stata una vera sfida ma l’amore vince su tutto!

Buona vita meraviglie, ve lo meritate!