Si sente di piangere durante la notte

Una storia che sembra arrivare da chissà dove, invece siamo a Palo, in provincia di Bari. Una bella cittadina tranquilla, almeno fino a qualche tempo fa, diranno i paesani, gli stessi che si sono dovuti far carico di un’emergenza assurda. Siamo nel centro abitato, un garage e un appartamento, da lì si sentono pianti e lamenti


scatta l’allarme. La puzza è terribile, si parla di cani picchiati, “Non mangi, domani non mangi, così muori!” questa una delle frasi udite e riportate dal vicinato. Arrivano i vigili e i carabinieri, un rimbalzare di competenze, quella porta nessuno ancora l’ha aperta. Arriva il giornalista, vedete il video sotto, aspetta davanti al portone e quando la porta si apre la sorpresa è terribile. Una donna con un cane al guinzaglio, forse decine ne sono al’interno, un’altra voce di donna, parolacce e minacce sono le uniche parole che escono dalle loro bocche. Le donne hanno un numero non conosciuto di cani, chiusi, segregati, solo uno esce a guinzaglio con loro, degli altri non esistono immagini, solo audio. La gente si lamenta, è vero, puzza e abbaiare continuo, ma questa volta non siamo davanti a persone cattive che non sopportano i cani, siamo davanti a gente che si dispiace e soffre nel sentire piangere i cani, addirittura si parla di un sacco nero portato fuori di notte, con forse una carcassa all’interno. Le due donne hanno bisogno di aiuto, si capisce, i cani vanno salvati da quell’inferno a cui sono condannati da più di due anni. Facciamo appello all’amministrazione locale, intervenite subito, non c’è burocrazia che valga tanta sofferenza. Non è normale che una situazione del genere aspetti timbri e firme…vi lascio al video dove tutto vi sarà chiaro

scappa in tutta fretta

non vuole spiegare

fate presto