Sid, il cane rapito dal veterinario

Il veterinario di Sid lo dichiara morto per venderlo

Home > Animali > Sid, il cane rapito dal veterinario

Sid è un gran cane, in tutti i sensi, pesa ben 70 chili, è educatissimo ed è una parte fondamentale della famiglia Harris. Un giorno il cane viene portato in clinica per un problema ad una zampa. Il dottor Tierce guarda con molto interesse la condizione di Sid, consiglia alla famiglia un farmaco da iniettare giornalmente.

Così, Marian e Jeimie si alternano per portare Sid a fare la terapia tutti i giorni. Il cane non migliora, anzi, nel giro di una settimana smette di camminare, si paralizza completamente. Il veterinario lo ricovera e una sera chiama la famiglia dicendo che il cane era deceduto e che avrebbe provveduto lui allo smaltimento. La famiglia cade in un periodo di forte depressione, i sensi di colpa per questa malattia strana, la velocità con cui ha portato via Sid non ha permesso di chiedere altri pareri, così, agli Harris restò solo il ricordo e le lacrime. Passarono settimane e mesi, circa sette, quando una mattina, Marian ricevette una telefonata “Signora sono l’assistente del dottor Tierce, volevo informarla che Sid è vivo se viene in clinica chieda di entrare nelle cantine, lo troverà lì” Marian chiama subito il marito e insieme alla polizia giungono in clinica. Vanno direttamente in cantina e quello che vedono gli piega le gambe. Sid era chiuso in una gabbia piccolissima, aveva un macchinario attaccato alla zampa, non aveva più un pelo sul corpo, era magrissimo. Il veterinario viene arrestato, confesserà di averlo fatto perché Sid era grande e in salute e lo usava per le trasfusioni per altri cani, facendosi pagare tantissimo la prestazione. Sid, lo vedete nelle foto è tornato a casa, la famiglia non lo lascia un attimo, lui guarirà e speriamo che possa dimenticare. Questo veterinario si aggiunge solo alla lista dei mercenari, credo che a molti di voi sia capitato di trovare medici per passione e altri per danaro. Sid adesso sei con mamma e papà.