Stavano morendo di freddo, finché i dipendenti della stazione non sono intervenuti

Questa è la storia che sta commuovendo il mondo, che tutti dovrebbero leggere e prendere da esempio. Tre cani randagi, soli e abbandonati, stavano morendo di freddo, finché dei dipendenti non hanno fatto questo gesto

Home > Animali > Stavano morendo di freddo, finché i dipendenti della stazione non sono intervenuti

Quando arriva l’inverno, freddo e brutto, i poveri cani randagi sono costretti a stare fuori al freddo, senza avere un posto caldo dove poter rifugiarsi. In Brasile, a Barreirinha, dei dipendenti della stazione degli autobus hanno avuto un’idea meravigliosa! C’erano tre cani abbandonati che giravano li intorno ed ogni tanto gli portavano qualcosa da mangiare.

Finché non hanno deciso di fare una colletta e comprare delle coperte, in modo da dare loro un riparo contro l’inverno, in modo che sarebbero potuti rimanere dentro la stazione al caldo, senza morire di freddo in strada. Hanno poi sistemato delle cucce “fai da te” con delle vecchie ruote e le hanno anche decorate. Li hanno perfino chiamati Max, Pitoco e Zoinho e, grazie al loro gesto, oggi sono diventati parte integrante della stazione. Sono stati adottati dalla città e ogni giorno qualcuno va da loro per nutrirli e coccolarli.

Grazie ad un politico del Brasile, Fabiane Rose, che è andato a vedere in stazione, ha fatto le foto a questi cani e le ha pubblicate su Facebook, sono diventati subito famosi in tutto il mondo. Nel post ha scritto: “Dobbiamo capire che il mondo non è solo privilegio di noi umani. Dio ha creato gli animali per insegnarci ad amare incondizionatamente.” 

Questi cuccioli, ovviamente, non hanno rifiutato l’aiuto di queste brave persone, erano felici di essere trattati come figli. Tutti i pendolari che passavano e ancora oggi passano davanti ai cani, non possono non sorridere e non farsi riempire il cuore d’amore.

Si spera che quello che hanno fatto in quella stazione venga imitato in tutto il mondo, per evitare che altri piccoli cani soffrano il freddo, come tutti i randagi sono costretti a vivere. Condividete per far conoscere questo meraviglioso gesto!