Stitch, il cane salvato dall’eutanasia diventa un campione

Che storia commovente!

La storia di Stitch è incredibile. A dicembre scorso questo povero cane era a un passo dall’eutanasia: mancava solo un giorno e lui si sarebbe addormentato per sempre. Per fortuna, però, il destino aveva in serbo per lui qualche bella notizia. Il suo angelo custode ha un nome: si chiama Millie Sawyer. E’ stata lei a salvarlo dalla morte.


“L’abbiamo preso all’ultimo minuto” ha raccontato la donna alla WFAA ed è proprio il caso di dirlo, dal momento che il cane sarebbe stato addormentato per sempre il giorno seguente. Millie Sawyer è una mamma adottiva volontaria dell’associazione Habitat for PAws ed è riuscita a salvare da sola più di 70 cani. Un vero e proprio angelo custode per loro. Uno dei casi più disperati dei quali si è occupata si chiama Stitch, un mix tra un American Staffordshire Terrier che aveva disperatamente bisogno di un aiuto, dopo che tre case lo avevano respinto. Dopo che Millie Sawyer ha salvato Stitch, il cane è stato affidanto a Kaitlyn Johnson, che ha deciso di addestrare il cane per partecipare alle gare di flyball, uno sport per animali nel quale i cani corrono per un breve percorso. A sorpresa Stitch si è dimostrato un vero e proprio campione. Per i principianti è difficile fare i tempi che fa Stitch, ma a quanto pare sembra proprio portato per queste competizioni. Se all’inizio completava il suo percorso in 4.35, in occasione di una competizione il cane ha registrato un record di 4,117 secondi.

Davvero impressionante, dal momento che è il miglior tempo per la sua razza.

Kaitlyn Johnson ci dimostra quanto sia vero il detto che non bisogna giudicare un libro dalla sua copertina.

Nessuna famiglia si occuperebbe di lui a causa della sua razza e del suo aspetto, ma in realtà Stitch è un cane adorabile e molto dolce.

Oltre a essere un vero e proprio campione e ad aver trovato nello sport una nuova ragione di vita.