Studente indiano in Ucraina

Studente indiano in Ucraina si rifiuta di lasciare il suo cane nel paese di origine

Com'è andata a finire la storia?

Ha fatto il giro del mondo la storia di uno studente indiano che in Ucraina si è rifiutato di lasciare il paese se non poteva portare con sé in India anche il suo cane. A causa di questioni puramente burocratiche, infatti, il giovane, che viveva e studiava nel paese martoriato dalla guerra con la Russia, non aveva ottenuto il permesso di rimpatriare con l’animale domestico. Com’è andata a finire?

Rishabh Kaushik

Rishabh Kaushik è un ragazzo indiano che studiava in Ucraina. Quando è scoppiata la guerra, come molti altri, ha deciso di lasciare il paese. Ma non voleva lasciare indietro il suo cane, Maliboo.

Ha provato a contattare le autorità del suo paese, per rendere più veloci le pratiche per accogliere il cane una volta arrivati in aeroporto. Ma ha trovato molti ostacoli. Rishabh Kaushik non si è arreso e ha raccontato al mondo la sua storia.

Con un video diffuso sui social, lo studente del terzo anno di ingegneria del software presso la Kharkiv National University of Radio Electronics si è rivolto al mondo per aiutarlo a sbloccare la situazione, dopo che l’ambasciata indiana in Ucraina e l’Animal Quarantine and Certification Service (AQCS) del Centro a Delhi lo hanno bloccato chiedendo documenti.

Sono bloccato qui ora a Kiev da quando il mio volo era il 27 febbraio… Sarei stato in India in questo momento se il governo indiano mi avesse dato il NOC richiesto (nessun certificato di obiezione) secondo le leggi.

Rishabh Kaushik è tornato in India con Maliboo

Studente indiano in Ucraina: alla fine Rishabh Kaushik è tornato in India con Maliboo

Per fortuna la storia è a lieto fine. Perché non solo Rishabh Kaushik è riuscito a lasciarsi la guerra alle spalle. Ma è anche riuscito ad atterrare a Delhi portandosi dietro il suo Maliboo.

Studente indiano in Ucraina

Dopo giorni di lotte per ottenere il permesso per poter tornare con lui e il clamore mediatico ottenuto dalla sua storia, Rishabh Kaushik ce l’ha fatta. Lui e il cane sono sani e salvi e al sicuro dalla guerra.