Sviene nel fosso e il suo cane Martino corre a chiedere aiuto

Home > Animali > Sviene nel fosso e il suo cane Martino corre a chiedere aiuto

Questa è una di quelle storie che ci fanno capire, se ci fossero ancora dei dubbi, quanto ci sono leali i cani… Il protagonista di questo racconto è Martino, un bellissimo meticcio che ha salvato la vita del suo proprietario.

Tutto è accaduto pochi giorni fa ma, ovviamente, non se ne parla molto. Fa più notizia il cane che azzanna un bambino che un cane che ha salvato una vita. Noi abbiamo voluto raccontarvelo perché crediamo che Martino merita in nostro rispetto e la nostra ammirazione.

Siamo ad Arezzo, il 30 di novembre del 2017. Massimo Merlini, un uomo di 82 anni, un avvocato molto conosciuto e rispettato a San Giovanni Valdarno, decide di uscire con il cane per fare una visita al cimitero della Misericordia. Verso le 16.30, l’uomo prende la macchina e fa salire il cane Martino a bordo.

Dopo aver fatto quello che doveva fare al cimitero, Massimo decide di fare una passeggiata a piedi. Prende la strada che porta all’ex Convento di Montecarlo. Si tratta di una strada chiusa e poco trafficata. Ma fuori è buio e piove e Massimo fa un passo falso, scivolando e cadendo nel fosso, rompendosi un polso.

Per il dolore perde i sensi. L’ultima cosa che sente è il guaito del suo fedele Martino poi nulla. Una vicina e amica di Massimo, la signora Maria Cocci, lo aveva visto uscire e ha cominciato a chiedersi dove fosse. Ha deciso di chiedere al figlio, Alessandro La Falce, di andare a cercarlo.

Mentre il figlio saliva verso il cimitero, ha incontrato il cane Martino che stava correndo verso casa. In quel momento Alessandro ha capito che qualcosa era successo a suo padre. Ha deciso di seguire il cane che abbaiando e correndo, gli ha fatto capire che sapeva dove trovare Massimo.

E l’ha portato nel punto esatto dove era caduto il padre. Alessandro è riuscito a tirarlo fuori e ha chiamato i soccorsi. La brutta avventura si è conclusa con 25 giorni di prognosi per un polso rotto.

foto di repertorio

Ma Massimo è grato a Martino che, dopo aver cercato a lungo di allertare qualcuno, abbaiando disperatamente, ha deciso di partire a cercare aiuto… Un piccolo eroe a 4 zampe… non pensate?

Fonte: lanazione.it