Tartarughe marine: la magia della schiusa dei nidi

Schiusa delle uova delle tartarughe: ecco perché devi assistere a questo spettacolo almeno una volta nella vita.

Home > Animali > Tartarughe marine: la magia della schiusa dei nidi

Nella lista delle cose da fare almeno una volta nella vita c’è l’osservazione dello spettacolo magico e quasi mistico della schiusa delle uova delle tartarughe marine Si tratta di un meccanismo molto complesso e affascinante, per questo durante la schiusa milioni di viaggiatori si dirigono verso i luoghi dove poter ammirare questa meravigliosa manifestazione della natura.

La schiusa delle tartarughe marine

La schiusa delle tartarughe marine

La schiusa si verifica quando all’interno dell’uovo depositato si esaurisce l’aria a disposizione dell’embrione che quindi rompe l’uovo per uscire fuori e respirare. Quando la tartaruga inizia a crescere all’interno dell’uovo, va alla ricerca di una bolla d’aria per respirare. Quando l’ossigeno terminato, la piccola creatura inizia a muoversi e in quel momento rompe l’uovo, per poter uscire fuori.

Come funziona l’incubazione

Come funziona l’incubazione

La gravidanza e l’incubazione delle uova di tartaruga marina variano a seconda delle specie, dell’ambiente e della temperatura esterna. Solitamente le uova vengono deposte dopo la quarta settimane dalla fecondazione.

Le uova, sono sempre deposte sulla terra ferma anche nel caso della Caretta caretta, la tartaruga marina più comune del Mar Mediterraneo. Le femmine, scavano delle buche nella sabbia per depositare le uova, che poi ricoprono prima di abbandonare il nido. L’incubazione varia a seconda della temperatura esterna. Più alto è il clima, più velocemente si svilupperà l’embrione: la nascita delle piccole tartarughe è prevista sempre d’estate.

Altre curiosità sulle tartarughe marine

Come assistere alla schiusa delle uova

Per assistere ad uno degli spettacoli più incredibili che la natura potesse regalarci, è opportuno comportarsi con rispetto e sensibilità nei confronti degli animali. Per questo motivo il WWF ha redatto un vademecum sull’atteggiamento da avere durante la schiusa delle uova.

È necessario infatti avere un comportamento che rispetti il processo naturale della nascita e che non disturbi in alcun modo l’attività delle piccole tartarughe che vedono la luce per la prima volta.
Occorre ad esempio non avvicinarsi troppo e mantenere le distanze di sicurezza, non utilizzare luci dirette compresi flash di macchinette e cellulari ed evitare rumori bruschi e schiamazzi.

Altre curiosità sulle tartarughe marine

Le uova di tartaruga possono essere tonde o allungate con il guscio biancastro. L’uovo sferico più grande al mando è quello da cui nasce la tartaruga gigante delle Galapa.

La temperatura di incubazione determina il sesso dei nascituri, più caldo è il clima, più possibilità di nascite femminile ci saranno. Al contrario invece, con le temperature basse si verificherà la nascita dei maschi. Solitamente, se il clima supera i 29 gradi nasceranno delle tartarughe femmine.