Tigger fa troppa pipì

Capita di tutto nei canili, non ci si può meravigliare di nulla. Tigger venne portato in canile a pochi giorni di vita, dopo alcuni mesi per lui si aprirono le porte di una vera famiglia, la gioia delle volontarie era immensa, il saluto commovente…Due mesi dopo Tigger torna indietro, la donna afferma che fa troppa pipì e

che puzza anche molto. Le volontarie a pezzi, il medico sconvolto, riprendono il cucciolone tra le braccia e lo confortano che andrà tutto bene. Il medico esegue subito degli esami e purtroppo la signora diceva la verità, Tigger aveva qualcosa che non andava. Un cancro al rene, la sua vita era segnata, la sentenza fu straziante, pochi mesi da vivere per lui! Il dolore era troppo ma lo sguardo  di Tigger era pieno d’amore, bisognava reagire..Nessuno accettò di prendere in adozione il piccolo malato terminale, il canile non era posto per lui così trovarono un posto vicino a loro, una piccola pensione casalinga per cani anziani. Lui non poteva fare le cose di tutti i cuccioli come lui, aveva bisogno di tranquillità per affrontare il percorso che aveva di fronte. Ma Tigger non  accettò da subito la sua condizione di malato, arrivò in scivolata in quella casa, portando allegria e vivacità. Riusci, eh veramente, a “resuscitare i morti”, anche i cani più malati si misero a disposizione sua. C’era un Asher, un pittbul di undici anni più solitario degli altri, secondo voi, Tigger poteva farsi i fatti suoi? Gli dava così fastidio che alla fine Asher ha dovuto cedere, tutti fuori in giardino a correre con lui…Tigger oggi è

 

ancora a dar guai ai suoi nonnini..

La malattia non è scomparsa ma sembra che non spezzerà a breve la vita di questo cucciolo

I nonnini hanno la loro mascotte, Tigger è una vera forza della natura

I cani anziani sembrano capire il suo male, quando lui non sta bene, si mettono vicino a loro per confortarlo..

 

Un abbraccio a tutti i volontari che salvano tutte queste vite…

di Redazione 2