Tommy

Tommy sembrava condannato ad un destino crudele senza nessuno che lo aiutasse

Home > Animali > Tommy

Tommy, era stato abbandonato lungo una strada, i volontari dell’associazione “dog rescue”, avvisati da alcuni passanti intervennero immediatamente per cercare di risolvere la situazione. Appena arrivati non poterono credere ai loro occhi. Il povero cane era a terra, lungo una strada, e non poteva muoversi, avvicinati un pò di più per capire meglio cosa stava succedendo si resero conto che le zampe posteriori erano state letteralmente rotte e quindi il poverino non aveva possibilità di muoversi per andare a cercarsi del cibo o andare a bere.

Immediatamente decisero di portarlo al veterinario per evidenziare la gravità delle rotture e sottoporlo a delle lastre. Per caricarlo in macchina ci furono dei problemi da parte dei volontari in quanto Tommy aveva paura di quello che potevano fargli ma dopo un pò si lasciò prendere venne avvolto in una coperta e portato dal veterinario.

Una volta arrivati in clinica il veterinario rimase sconvolto dalla situazione in cui erano le zampette del povero Tommy, fece subito la lastra e le zampe avevano un frattura scomposta che necessitava di molto tempo per guarire.

A quel punto il povero Tommy venne tenuto ricoverato nella clinica, gli venne dato del cibo e dell’acqua in quanto era fortemente malnutrito e disidratato e venne tenuto al caldo tra le amorevoli cure dei dottori. Il piccolo venne lavato e gli vennero date tutte le attenzioni di cui aveva bisogno.

I volontari notarono che Tommy stava sempre meglio e lo portarono al rifugio con loro e gli altri cani. Tommy ricominciò a camminare piano piano e giocava anche con gli altri cani.

Gli angeli dell’associazione hanno salvato questa creatura innocente dalla crudeltà umana che non ha confini, dobbiamo ringraziare ogni giorno il duro lavoro che fanno queste persone ogni giorno in maniera gratuita e totalmente anonima.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI