Totò il cane di Terrasini è morto

Totò il cane di Terrasini è morto dopo essere stato investito da un’auto

Molte persone hanno cercato di salvargli la vita

Un’intera comunità è in lutto. Totò il cane di Terrasini è morto a causa di un terribile incidente stradale nel quale è rimasto coinvolto. I cittadini del comune in provincia di Palermo, in Sicilia, sono sconvolti: in molti hanno cercato di soccorrerlo, ma purtroppo ora non c’è più: è volato sul ponte dell’arcobaleno.

zampa del cane
Fonte foto da Pixabay

A Terrasini era molto conosciuto, era la mascotte e il guardiano della città di Terrasini. Avevano deciso di chiamarlo Totò e tutti si prendevano cura di lui. E oggi tutti piangono quest’anima innocente.

Il cane, infatti, è stato investito da un’auto che sarebbe entrata in un’area pedonale nei pressi del lungomare, come denuncia Paride Martorana, presidente Enpa della sezione di Carini.

Totò è stato trasportato in clinica a Palermo da un nostro volontario ma non è sopravvissuto. Siamo davvero tristi, era benvoluto da tutti i cittadini e dai turisti. Ringraziamo i cittadini che hanno cercato di soccorrerlo, i dipendenti del Ristorante Coral Reef che lo accudivano giornalmente e che hanno fatto ciò che hanno potuto e la polizia municipale intervenuta sul posto. Faremo denuncia, con la speranza di trovare un magistrato sensibile e che questo non sia l’ennesimo fascicolo riposto in un cassetto.

Queste le parole del presidente Enpa che ricorda come tutti in città lo amassero: si prendevano cura di lui come un cane di comunità, per dargli da mangiare, accudirlo, coccolarlo, farlo sentire amato. E ora non c’è più.

Totò il cane di Terrasini è morto

Totò il cane di Terrasini è morto: tutta la comunità è sotto choc per l’incidente

Totò verrà ricordato nel luogo in cui era solito stare. Ovvero il lungomare Peppino Impastato di Terrasini, davanti all’ingresso della spiaggia Praiola (accanto alla scritta LOVE). Ciao Totò. Abbiamo perso un cane. Ma abbiamo guadagnato un angelo custode.

Conclude così Paride Martorana: e il pensiero del presidente Enpa della sezione di Carini è quello di tutta la comunità locale.