Trovato cavallo risalente a 40.000 anni fa

Scienziati vogliono clonare un cavallo risalente a 40.000 anni fa

L’animale che vedete in queste immagini, è un cavallo preistorico, che ha circa 40.000 anni. E’ stato trovato in quello che è conosciuto come “la bocca dell’inferno”, il cratere Batagaika nella taiga siberiana orientale, che si trova ad una profondità di trenta metri. E’ stato battezzato con questo nome spaventoso perché è il più profondo al mondo ed ogni anno si sta ingrandendo in modo misterioso.

Non è la prima creatura preistorica che è stata trovata in questo cratere, ma sicuramente è una delle più belle. L’obiettivo degli scienziati, adesso, è quello di riuscire a clonare questo animale. E’ stato trovato in buone condizioni, la pelle, il pelo, la coda e gli zoccoli, sono ben conservati. Dopo averlo studiato con cura, è stato dichiarato che si tratta del famoso ed estinto cavallo dei Lena. Gli scienziati russi e coreani stanno cercando di ottenere una cellula vivente tra tutte quelle congelate, per riuscire a clonare questo animale. Il piano è quello di impiantare l’embrione in un cavallo dei nostri tempi. Probabilmente non dovremmo esprimere la nostra opinione, ma lo facciamo lo stesso. Sinceramente non siamo assolutamente d’accordo sul piano di questi scienziati. Per due motivi… il primo è che questi reperti antichi, sono meravigliosi proprio perché preistorici e dovremmo fare di tutto per conservarli nel migliore dei modi e tramandarli ai nostri figli. Due, perché madre natura 40.000 anni fa, ha dato alla terra queste meravigliose creature e se si sono estinte, magari non è colpa dell’uomo.

ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

Noi crediamo che, invece di spendere soldi su soldi, per clonare specie preistoriche, dovrebbero spenderli per proteggere e tenere al sicuro le specie che sono oggi in via d’estinzione!

Voi cosa ne pensate? Ci date ragione oppure no?

Vi lasciamo al video:

Se vi appassionano le storie dei cavalli, vi consigliamo di leggere: