Trovato in una scatola di cartone, mentre stringeva un vecchio vestito al petto

Dopo aver ricevuto una chiamata anonima, i volontari della Liberia Chimpanzee Rescue and Protection, si sono ritrovati dinanzi una delle scene più tristi che avevano mai visto. Si recarono in un negozio, dove trovarono un piccolo scimpanzé seduto in una scatola di cartone, con un vecchio e rovinato vestito, stretto vicino al petto.

Aveva un anno e viveva come un animale domestico. I volontari si domandavano come i proprietari avessero acquistato la possibilità di tenerlo qui. Poi l’hanno scoperto: “Sappiamo che sua madre è stata uccisa. Non si può acquisire uno scimpanzé senza prima uccidere sua madre e altri familiari adulti vicini. Gli adulti vengono macellati e venduti al mercato nero per la carne di animali selvatici e i piccoli vengono rapiti e venduti al commercio di animali vivi, sia a livello locale che internazionale.” Questa piccola femmina di scimpanzé era stata strappata da sua madre, troppo presto e non aveva nessuno che gli fornisse l’adeguata alimentazione. I proprietari del negozio, sembravano non aver cura di lei, l’avevano lasciata dentro una scatola, in un angolo. “I suoi occhi sembrano vuoti, vivere in cattività l’aveva sconvolta, si era aggrappata a quel capo di vestiario, per cercare un minimo di conforto. Non sapeva nemmeno come farsi prendere in braccio e aggrapparsi a me, quando l’abbiamo salvata”, ha raccontato uno dei volontari. Era gravemente malnutrita, i proprietari del negozio gli avevano dato solo farina di mais, come unica fonte di cibo. “Gli abbiamo regalato una calda coperta, come facciamo per ogni animale che ne ha bisogno.”

Nel giro di poco tempo, Chance, questo il nome dello scimpanzé, iniziò ad alzarsi in piedi e a tendere le mani per farsi prendere in braccio.

Chance

After a lengthy search we (LCRP, FDA, LNP) were able to find this little girl hidden in a small shop in the box she's called home for months. Thank you to all for another succesful confiscation. Chance is now back at LCRP sleeping. As you can see, she has some fluid in her head and stereotypical rocking behaviors but overall she is safe – more details to come.

Publiée par Liberia Chimpanzee Rescue sur vendredi 30 mars 2018

La cosa che più ha sciolto il cuore dei soccorritore, è stat la sua capacità di sorridere e ridere.

“Sarà presentata ad altri scimpanzé in un processo lento e sicuro, che le permetterà di scegliere [il] livello di interazione e tempo con altri scimpanzé. Lentamente ma sicuramente, sarà integrata nel nostro gruppo di cuccioli più giovane e non sarà mai più senza membri della famiglia degli scimpanzé”.

“Il ritorno alla natura, noto come reintroduzione, è un processo lungo e complesso. La reintroduzione coinvolge molti fattori e più gruppi ed esperti per valutare e determinare la fattibilità.

Update on Chance

Thank you SO MUCH for the amazing outpouring of love and support for LCRP's newest orphan Chance. While we are now fairly certain she will need special care (beyond the usual special 24/7 TLC all the babies get) as she seems to have some developmental and physical situations we will address. We have a pediatric specialist coming to meet her today. For now, she is settling in, getting MUCH more relaxed and even playing a bit. She is learning to ask to be picked up and to grasp with her feet as well as her hands – she spent the past months on the ground so doesn't understand normal clinging behavior when held. We will keep posting updates and count on you wonderful followers to keep spreading the word! We are grateful beyond words for the compassion around the world for Chance and all of LCRP's family members and our work! <3 <3 <3

Publiée par Liberia Chimpanzee Rescue sur samedi 31 mars 2018

Adesso vivono in un ambiente seminaturale e spazioso”, concludono i volontari.

di Lisa