Tutti pensavano che fosse un cane trascurato, invece si sbagliavano

A prima vista poteva sembrare un cane trascurato, ma poi si scopre la sua vera storia!

Home > Animali > Tutti pensavano che fosse un cane trascurato, invece si sbagliavano

Darla era un alano che tutti pensavano fosse trascurato dai suoi proprietari. In realtà questi ultimi avevano fatto un grande sacrificio per darle una seconda possibilità di vivere una vita dignitosa: di solito i cani portati nei rifugi con gravi casi di rogna arrivano da famiglie negligenti. E Darla rischiava di essere soppressa per la sua situazione. Ma la storia di questo alano era ben diversa.

 

Spesso però le cause di una situazione grave come quella di Darla devono essere cercate altrove: talvolta un sistema immunitario indebolito è una minaccia per casi gravi di rogna. La negligenza non c’entra nulla. Soprattutto cuccioli e cani anziani possono incappare in situazioni dolorose, con piaghe aperte che ben presto si diffondono in tutto il corpo provocando anche infezioni batteriche secondarie gravi, con perdita di appetito e letargia. Quando Darla per la prima volta ha mostrato i sintomi è stata immediatamente portata dal veterinario. Sapevano che c’era qualcosa che non andava, ma il veterinario li tranquillizzò. Eppure le condizioni di salute del cane continuavano a peggiorare: quella che all’inizio era una piccola eruzione, si diffuse ben presto in tutto il corpo. Darla cominciò a perdere il pelo e ad avere dolore. La riportarono da un altro medico che però consigliò di metterla a dormire per sempre per porre fine alla sua sofferenza. Darla era malata, stanca, sofferente ma i suoi proprietari non si arresero. Si rivolsero ad Adoptadane Rescue Queensland, un’associazione dedicata proprio ai cani danesi: quando i volontari la videro per la prima volta pensarono subito a un caso di abbandono, vista la sua situazione ma presto hanno compreso che la sua situazione era ben diversa.

tutti-pensavano-che-fosse-un-cane-trascurato-invece-si-sbagliavano

I proprietari l’avevano affidata a loro per darle una seconda possibilità di vita.

darla-femmina-alano

Loro non avevano le risorse economiche per curarla e avevano deciso di separarsi da lei per il suo bene.

alano

In due mesi Darla ha ricevuto le cure di cui aveva bisogno: le piaghe scomparvero, la pelle guarì, il pelo ricominciò a crescere, il dolore svanì e Darla tornò il cane felice e giocherellone che era prima.

darla

E poi ha anche avuto la fortuna di essere adottata e di vivere gli ultimi anni della sua vita con una famiglia amorevole.