Un cane ha aspettato per mesi l’arrivo della nuova sorellina umana

Questo cagnolino non stava più nella pelle perché presto a casa sarebbe arrivata una sorellina umana. Ecco la sua reazione quando l'ha vista!

Home > Animali > Un cane ha aspettato per mesi l’arrivo della nuova sorellina umana

Talvolta i cani sono in grado di stupirci. Un cane ha aspettato per mesi l’arrivo di quella nuova sorellina umana e quando l’ha vista per la prima volta la sua gioia è stata incontenibile. I cani sanno sempre quando i loro umani stanno male o quando alla famiglia sta per aggiungersi un nuovo membro.  E così questo cane ha aspettato pazientemente per nove mesi, con la pancia della sua padrona che diventava sempre più grande. Poi la corsa in ospedale, il parto e finalmente la puerpera è potuta tornare a casa con la neonata. E il cane non ci ha più visto dalla gioia.

La sua contentezza per l’arrivo della neonata è stato immortalato in un video. Tutto merito dei proprietari che hanno coinvolto il cane in ogni aspetto della loro vita, anche durante la gravidanza. Non lo hanno mai lasciato in disparte, come purtroppo spesso accade in queste circostanze. Il giorno del rientro a casa, poi, il cane aspettava con impazienza dietro la porta.  Quando i proprietari sono entrati, il Beagle in questione è subito saltato per fare le feste ai suoi umani, ma la curiosità più grande era per quella culla e la neonata che conteneva. Il cane scondinzolava e saltellava felice, fino a quando la culla non è stata messa sul tavolo. Poi i suoi proprietari hanno avvicinato una sedia al tavolo, in modo da permettere al cane di soddisfare la sua curiosità.

Il cane è salito sulla sedia e, in maniera sorprendentemente composta, si è messo ad annusare la sua nuova, piccola umana.

Il tutto con la piccola che se ne stava beatamente nella culla. In altre immagini si vede il Beagle mentre annusa e fa compagnia alla piccola, la quale si addormenta sicura vicino al suo amico.

E nell’ultima immagine vediamo la piccola e il Beagle che dormono beatamente addosso al padre. Cosa c’è di più dolce?