Un VIDEO girato con coraggio e determinazione per tutti, ma dico tutti noi!

Home > Animali > Un VIDEO girato con coraggio e determinazione per tutti, ma dico tutti noi!

Sgomento e dolore è ciò che lascia dentro il video che l’associazione Essere Animali ha divulgato per denunciare ciò che accadeva in una fabbrica di prosciutti dell’Emilia Romagna. Un’indagine clandestina, durata circa sei mesi, svolta di notte con l’aiuto di un palo all’interno del macello, un’indagine che ha portat0 alla luce una schifezza inaudita. Il ragazzo, che noi chiamiamo Andrea, ha rivelato che mai dimenticherà ciò che ha visto e sentito.

Entrava di notte, telecamera e macchina fotografica, mascherina e stivaloni erano il suo equipaggiamento. Le immagini rivelano maiali ammassati in box piccolissimi, orecchie e code mangiate tra di loro per lo stress a cui sono sottoposti. Un caldo insostenibile e un lamentio continuo erano la terrificante cornice del momento. Cammina all’interno dell’allevamento di suini, alcuni infilano il muso fuori per prendere una carezza, anche a loro piacciono, l’ho scoperto io! Poi arrivano al corridoio, perché nell’orrore scopri che esiste anche il peggio, i malati, i feriti, quelli con la febbre, sono quelli che non meritano neanche un colpo di pistola per porre fine alle loro sofferenze, moriranno da il quando il copro cederà o quando gli altri maiali impazziti li mangeranno. Andrea non dimenticherà il loro pianto, mai dimenticherà il lamento di quel piccolo maialino piagato che cerca di trascinarsi tra feci e urina, ha fame, cerca cibo poverino, lui non sa che sarà lui stesso cibo di altri, ne promuoveranno la qualità e la genuinità, sarà sulle tavole di molti, non per necessità, ma solo per abitudine, ricordatevi sempre le parole del Dottor Umberto Veronesi”mangiare carne non è una necessità per il corpo, bensì un’abitudine!” Detto da un oncologo vegetariano è già tutto detto…

Gli animali sono indeboliti dallo strazio subito sin dalla nascita che la macellazione risulta per loro quasi una liberazione

Ognuno è libero di mangiare ciò che vuole sia chiaro ma…

Ma forse, qualcosa è sfuggito di mano…

Che persone sono queste, la sera in quale casa rientrano, di chi sono mariti o padri.sono forse tra i nostri amici e non lo sappiamo!