Una Crudelia Demon dei nostri tempi

Home > Animali > Una Crudelia Demon dei nostri tempi

Guardando la faccia di questa donna si direbbe che stia soffrendo molto. Sembra avvilita e somiglia molto a quella di un cucciolo bisognoso di amore… come quello che, per colpa sua, ha perso la vita a sole 3 settimane. Questa storia ci arriva dalla Florida ed è raccapricciante. È la dimostrazione di quanto possa essere crudele l’essere umano.

Ma andiamo per gradi cercando di riportare i fatti così come sono accaduti. Nel video qui sopra è stata fatta una simulazione di quello ce è successo quel giorno. Cynthia Anderson Edgewater, una donna di 56 anni di Florida era arrivata al Central Nebraska Regional Airport con 2 yorkie terriers adulti e 3 piccoli cuccioli mix di dobermann. Gli adulti erano ognuno in una gabbia mentre i cuccioli no… e avevano solo 3 settimane di vita. La donna aveva dichiarato che gli animali erano suoi. La polizia, però, le ha negato l’imbarco per l’età dei cuccioli che, per legge, non possono viaggiare prima delle 8 settimane. Non avevano nemmeno gli occhi aperti. La donna è tornata il giorno dopo con i cani adulti, dichiarando di aver lasciato i cuccioli a casa di alcuni parenti. Gli agenti di sicurezza l’hanno fatta passare ma quando hanno controllato la valigia hanno scoperto che la donna aveva messo dentro uno dei cuccioli del giorno prima. Le hanno di nuovo negato l’imbarco. La donna, a quel punto, ha preso il cucciolo e l’ha gettato nel water tirando lo sciacquone. Si era accertato che fosse morto e poi è uscita dal bagno. Subito dopo di lei nel bagno dell’aeroporto è entrata una donna che trovando il piccolo morto ha allertato i servizi di sicurezza che hanno arrestato la donne.

Ovviamente la foto del cucciolo è di repertorio perché si trattava di un mix di dobermann.

La cosa assurda è che avrebbe potuto chiedere aiuto.

Se avesse detto alla sicurezza che doveva assolutamente partire le avrebbero indicato la Humane Society.

foto di repertorio

I volontari avrebbero potuto occuparsi del cane in attesa che raggiungesse l’età necessaria per poter volare e poi l’avrebbero messo sul primo aereo.

foto di repertorio

Lei ha preferito ammazzarlo… adesso speriamo che paghi per quello che ha fatto.