Una nuova vita per Robin

Home > Animali > Una nuova vita per Robin

Ci sono persone buone che non ci pensano due volte quando si tratta di salvare un animale in difficoltà. Ma, sfortunatamente, al mondo ci sono anche persone spietate che non hanno alcun tipo di compassione per gli animali indifesi. Quest’ultimi, al contrario dei primi, non perdono mai l’occasione quando si tratta di maltrattare o far del male agli altri esseri viventi e, spesso, fanno del male anche ai loro simili.

Il protagonista della nostra storia è un cucciolo di 6 mesi di nome Robin che ha avuto la sfortuna di incontrare, nella sua vita, la seconda tipologia di persone. Il suo proprietario, dopo averlo maltrattato, ha deciso di abbandonarlo. Gli ha legato le zampe e il muso con del nastro adesivo, per impedirgli di abbaiare o muovere e l’ha buttato, come un sacco d’immondizia, all’interno di un cortile. Robin era disidratato, in condizioni critiche e, come se ciò non bastasse, il fatto di avere le gambe e il muso legati gli hanno tolto la possibilità di salvarsi. Solo un miracolo l’avrebbe potuto salvare e il miracolo è avvenuto. Il proprietario della casa si è accorto che nel suo cortile c’era qualcosa di strano e, avvicinandosi, ha fatto la terribile scoperta. L’uomo ha chiamato subito i volontari di “Baltimore County Animal Control” (BARCS) che sono arrivati e l’hanno portato nel rifugio. Ma le sue condizioni erano pessime: il cucciolo rischiava di morire e, così, i volontari hanno dovuto prendere una decisione sofferta: da una parte l’avrebbero voluto tenere con loro e dall’altra l’avrebbero voluto portare in un posto dove c’erano medici in grado di salvarlo.

Dal 2005, questa organizzazione si occupa di salvare animali abbandonati nella città di Baltimora.

Li accettano, si prendono cura di loro e promuovono l’adozione e l’impegno responsabile delle famiglie che hanno un animale domestico.

Fortunatamente, Robin si sta riprendendo in modo soddisfacente e adesso è fuori pericolo.

La sua vita ora è un miracolo e una testimonianza di ciò che è capace di fare l’amore.

Nei primi giorni Robin non poteva nemmeno mangiare a causa del forte dolore al muso ma adesso tutto ciò è una cosa del passato e ogni giorno è meglio.

Non molto dopo Robin è stato adottato. Buona vita Robin.