Una passeggiata terribile

Home > Animali > Una passeggiata terribile

Dopo tanto lavoro le vacanze sono il meritato riposo e per questa coppia non c’è vacanza bella se il loro cane non li accompagna. Ma questo lo sanno bene tutti gli amanti degli animali, diciamo che è una cosa scontata. Purtroppo per questa famiglia la vacanza si trasforma in tragedia, per una colpa gravissima, una negligenza assurda.

Era sera, la giornata al mare, la cena e la classica passeggiata sul lungomare, in questo caso quello di Pescara. E’ tanto caldo, è il mese di Agosto, l’irrigatore delle aiuole che schizza acqua e proprio quello schizzo deve aver attirato il povero cane nella trappola mortale.Il cagnolino era a guinzaglio, si è avvicinato per bere o giocare con le  goccioline che schizzavano, in un secondo è accaduto l’irrimediabile, la tragedia peggiore e inaspettata. Il cane è rimasto folgorato, come ha messo la zampa sul tombino di ferro una scarica di corrente l’ha ucciso. Il papà che teneva il guinzaglio è stato scaraventato a terra e la mamma, inerme e scioccata ha dovuto assistere alla terribile scena in cui il suo cane moriva solo senza poterlo neanche toccare. Nel tombino c’era il pozzetto con i cavi elettrici, un lavoro a cui mancava qualcosa evidentemente, gli schizzi dell’acqua e la tragedia si è consumata. Insomma non è normale che uno rimane folgorato mentre cammina in strada. I passanti si sono avvicinati attirati dalle grida della coppia, per loro è stata una tragedia immane, ma pensiamo insomma se capitasse a noi con il nostro cane.. Tra consolazioni e menefreghismo a qualcuno esce la frase infelice,”Poteva capitare ad un bambino!” Allora ciò che è stato risposto è questo:” Per quella coppia quel cagnolino era come un figlio, era la parte allegra delle loro giornate, era il pensiero e la preoccupazione di non lasciarlo troppo solo, era la felicità di rientrare e trovare la sua codina sbattere qua e la per la gioia. Era il loro cane, solo chi ama gli animali può capire che dolore ci sia oggi nei loro cuori. A casa torneranno con un sacco nero al posto di quel musetto simpatico che per anni li ha resi felici!”

Non doveva capitare certo ad un bambino ma secondo noi neanche ad un anziano ad un padre o una madre,

neanche ad un giovanotto o ad un vigile in servizio,

ma non doveva capitare neanche ad un cane, questo è sicuro!

Buon ponte piccolo, veglia su mamma e papà!