Una piccolissima cucciola aspettava in mezzo alla strada qualcuno che la salvi

Lo scorso ottobre, 2 donne stavano camminando lungo una strada trafficata a Rustavi, una città della Georgia, dell’Europa orientale, quando hanno notato un piccolo gomitolo di pelliccia sul marciapiede. Quando si avvicinarono, videro che era un cucciolo minuscolo e indifeso.



ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Il cucciolo, che sembrava avere circa 1 mese di vita, non ha mosso un muscolo: sembrava davvero morto. Ma quando Todua e Liklikadze, che hanno entrambe fatto volontariato con un gruppo di cani di Animal Friends, l’hanno toccato, hanno sentito il suo piccolo corpo muoversi e il suo respiro debole. “E’ stato scioccante perché era così debole e sicuramente condannata a morte, se fosse rimasta lì”, ha detto Todua. “Aveva fame, sete e aveva molti vermi… ed era molto docile”. Le donne hanno raccolto il cucciolo prima che venisse investito da un’auto, che è un destino comune per i cani a Rustavi, ha spiegato Todua. L’animale era troppo piccolo e giovane per stare da solo, quindi speravano di trovare la sua mamma in giro – ma dopo aver parlato con alcuni locali, hanno saputo la triste storia della cucciola. “Ci è stato detto che la madre di questa cucciola era stata investita da un’auto”, ha detto Todua. “Non sappiamo cosa sia successo ai suoi fratelli e sorelle”. Le donne portarono la cucciola a casa con loro, iniziarono a curarla, eliminare i parassiti e cercarono di farle mangiare del cibo.

All’epoca pesava solo circa mezzo chilo, quindi aveva un disperato bisogno di ingrassare.

La chiamarono E.T. dopo il film con lo stesso nome – perché, secondo loro, sembrava più un alieno che un cucciolo.

Ma con ogni giorno che passava, E.T. diventava più forte e più sano – e ha iniziato a sembrare più un cucciolo che un alieno.

E nove mesi dopo, E.T. era praticamente quadruplicata per dimensioni e peso… e adesso sta vivendo una vita molto diversa da quella che avrebbe fatto se fosse rimasto per strada.

“Vive con uno dei membri della nostra organizzazione”, ha detto Todua.

“Le piace giocare, camminare e mangiare. È divertente e adora mangiare cetrioli e zucca. È un cucciolo molto felice.”

Todua aiuta a salvare e nutrire molti cani randagi ogni anno ma la storia di E.T. è quella che le è rimasta più vicino al cuore.

“La cosa più edificante ed emozionante di questo salvataggio è stata la sua trasformazione da cucciolo debole e povero ad un cane felice”, ha detto Todua.