Una scatola sospetta in aeroporto

Scatta l'allarme per una scatola sospetta

Tutti gli aeroporti del mondo sono sempre in costante movimento. Centinaia di passeggeri viaggiano negli aeroporti del mondo con le loro valigie. Allo stesso tempo ci sono tonnellate di merci che vengono trasportate e devono essere gestite dal personale di terra.  Quindi lo staff deve stare costantemente attento e deve aprire gli occhi bene a oggetti o situazioni sospette.

Uno strano evento di queste caratteristiche è accaduto a marzo 2017. Il personale dell’aeroporto internazionale di Beirut ha notato una strana scatola – che non aveva nulla di particolarmente segnato. Era di media grandezza e dei fori erano stati fatti ai lati. Controllarono dove viaggiava la scatola e videro che la loro destinazione finale era la Siria.

La scatola non è stata contrassegnata. Tutto ciò che aveva era un numero di identificazione per il suo trasporto. Non sono stati specificati né il mittente né il destinatario. Tutte queste incognite mettono in allerta lo staff dell’aeroporto. Decisero di controllare ciò che conteneva quella scatola misteriosa con quei  buchi fatti per respirare, quello lo avevano capito bene. Anche se erano sette giorni che era in deposito era necessario il permesso del giudice. 

Finalmente un giudice autorizzò la sua apertura a controllare il contenuto della scatola. Ciò che c’era dentro nessuno avrebbe potuto immaginarlo, o nella sua fantasia più sfrenata. La risposta? Tre cuccioli di tigri siberiane vivi. Erano disidratati, affamati, coperti con la loro stessa urina e infestati dalle larve dopo essere stati rinchiusi in una scatola di legno troppo piccola.”Nessuno avrebbe immaginato che la scatola potesse contenere tigri o persino animali vivi”, scrive Animal Lebanon

Sembra che i cuccioli fossero volati dall’Ucraina. Animali Il Libano sospettava che sarebbero stati venduti in uno zoo in Siria. Gli animali dovevano essere portati a Animals Lebanon per assistenza medica. Gli esperti sostenevano che le tigri erano in pessime condizioni e il giudice non poteva negare la sua richiesta. Un veterinario si prese cura delle tre povere tigri.

Non erano stati vaccinati o avevano ricevuto un chip per dimostrare chi erano. E questo nonostante il fatto che esiste una regolamentazione legale che obbliga questo nel caso del trasporto di animali. La salute delle tre tigri è migliorata immediatamente, grazie all’amore e alla cura di questo gruppo di attivisti in favore degli animali.

 

Il segugio riceve un cortile dal fidanzato della sua umana (VIDEO)

La storia del cane ucciso da un ladro

Dormire con il cane fa bene alla salute

Fae abbandonata in autostrada voleva essere salvata

Non potendo avere i loro cani accanto nel matrimonio, questa coppia prende una bellissima decisione

Radley, il cucciolo abbandonato in una borsa

Pepper, il Bobtail birichino si infila nel lettino del bambino (VIDEO)