Un’anatra come amica

"Fidatevi, invece di mangiare gli embrioni, portateli a casa..."

Home > Animali > Un’anatra come amica

Abbiamo già visto, da diverse storie, che oggi le persone usano la fantasia perfino sulla scelta degli animali domestici. Prima quando si parlava di quest’ultimi, si pensava ad un cane o ad un gatto, ma oggi no, oggi addirittura un maialino, può diventare un animale domestico! La storia che vogliamo raccontarvi oggi, ha come protagonista una donna di nome Erica Lim, 39 anni, che vive in Malesia.

Una sera, si è recata in un ristorante vietnamita a Puchon, che vendeva uova fecondate precotte, conosciute con il nome di balut, consumate generalmente come spuntino. Questa pietanza viene fatta, bollendo un embrione di uccello in via di sviluppo. Erica, che ha sempre amato gli animali, quando ha visto quelle uova, ha deciso di acquistarne alcune e le ha portate a casa sua, ma invece di mangiarle, le ha messe in una specie di incubatrice, per permettere agli embrioni di svilupparsi. Sapeva che probabilmente la sua idea non avrebbe funzionato, visto che aveva costruito l’incubatrice con il polistirolo e ci aveva posizionato all’interno alcune lampade riscaldate. Ma a sua sorpresa, due settimane dopo, un uovo si schiuse…. un piccolo becco si cominciò ad intravedere… era una piccola anatra!

Decise di battezzare l’animale Daisy e da quel momento Erica se ne innamorò follemente. Oggi sono inseparabili, guardano la tv insieme, si coccolano e Daisy si comporta esattamente come un animale domestico! Quando ha voglia di sguazzare nell’acqua, cosa che ama tanto fare, la sua mamma le riempie la vasca!

Daisy è cresciuta velocemente ed è diventata una grande e bellissima anatra!

Depone un uovo ogni 25 ore e Erica ama usarle per la colazione e per preparare le sue specialità.

Oggi Daisy ha circa due anni e raccontando la sua storia, questa ragazza spera di dimostrare che anche le anatre hanno dei sentimenti e che, invece di mangiare i loro embrioni, è molto meglio averle come animali da compagnia!

Voi cosa ne pensate? Conoscevate già quella pietanza?

Leggete anche: La nuova moda estiva della Thailandia