Uomo fa una strage di lupi, ma nel suo paese è legale.

Quello che la gente riesce a fare agli animali è di una crudeltà indescrivibile. Noi non riusciamo a credere che si possa esseri così cattivi nei confronti di esseri che dalla vita non chiedono molto, ma solo rispetto, affetto ed attenzione. Ma la cosa che indegna di più, è che in alcuni Stati le leggi non sono a favore dei poveri cuccioli a quattro zampe.

Oggi abbiamo deciso di parlarvi di una foto che è stata pubblicata sui social, non molto tempo fa. Ad un cacciatore è stato permesso di uccidere una famiglia di dieci lupi, con un fucile semiautomatico. Era vicino al Parco Nazionale di Denali, dell’Alaska. Dopo aver fatto questa strage, ha pensato bene di pubblicare la sua foto su Facebook. Proprio a questo punto gli animalisti di tutto il mondo hanno fatto il possibile per far in modo che quest’uomo pagasse per il crimine che aveva commesso. Ma la cosa ancora più grave, è che si è scoperto che in quello Stato è assolutamente legale uccidere quegli animali. Fortunatamente però, è stato arrestato perché le autorità hanno detto che il “raccolto del lupo” è maggiore rispetto agli anni precedenti. Si dice, anche che da diversi anni a Denali ci sia stato un notevole declino del numero di avvistamenti di questi animali e la ricerca indica che i tassi di mortalità dei lupi hanno recentemente raggiunto dei livelli davvero preoccupanti. Tutti gli animalisti dichiarano che questo tipo di macellazione è del tutto inutile.

Il problema è che le leggi, l’Alaska le sta mettendo in atto ora e forse è troppo tardi per questi poveri animali.

Speriamo solo che facciano una legge che proibisca a queste persone così crudeli di far finire la vita a questi poveri cuccioli a quattro zampe.

Aiutateci a diffondere questo messaggio.

Condividete!