Valerio

Fu un errore, un tragico errore, ne eravamo convinti, lo lasciammo nel reparto dei nuovi per molto tempo, avevamo la certezza che nessuno poteva aver fatto del male a quel cane così meravigliosamente meraviglioso. Così aspettammo, lo accarezzava anche l’inserviente e gli diceva di stare buono e non disperarsi che presto sarebbe andato

a casa, era troppo patato lui per essere frutto di un abbandono. Arrivò il foglio, non era stato reclamato da nessuna parte, non cerano denunce di smarrimento e tutti gli appelli fatti non ebbero alcun seguito, Valerio aveva finito a sua vita! Per lui si sono aperte, dodici mesi fa le grate del canile definitivo, di li non si torna indietro e non si va avanti, il suo box è un quadrato di cemento, non può più annusare il profumo dell’erba o smangiucchiare i fiori che la primavera dona, quella mattina in cui venne trasferito piangevano tutti, anche l’inserviente che lo doveva tirare per farlo entrare, lui non voleva, aveva capito, una lacrima scese sul suo incantevole muso, mai e poi mai abbiamo accettato l’idea che fosse i suo pianto, ci siamo girati tutti, nessuno di noi ha avuto il coraggio di incrociare il suo sguardo. Di lì non si esce mai, aveva un anno solo, era marzo 2017, oggi ne ha due di anni ed è in assoluto tra i cani più affascinanti del canile, ne sono 300, quindi è una buona classifica! Val, come lo chiamiamo noi, tel 3294727479, non ha un difetto, io non so come raccontarvelo, dovrei raccontare una favola di un principe che trova la sua principessa…purtroppo manca il finale!

Voglio solo una casa per lui, l’estate la deve passare in libertà, entrare a un anno in canile significa aspettare almeno altri 10 anni che arrivi la morte, se lo carezzi chiude gli occhi, quasi ad assaporare quell’odore di umano

Non dovete pagare, lui è in salute, vaccinato e chippato

se alzate le orecchie si trasforma  in un orsacchiotto, per regalo, ieri, l’ho portato dietro al cancello del canile, si è disteso sull’erba, un anno senza sentire quella sensazione, tutte queste foto le ho scattate per farvi vedere la sua meraviglia, che colpo al cuore tradirlo e riportarlo dentro!

Vuole solo una vita, non ha pretese, chiamatemi, è in Abruzzo ma arriva ovunque